Politica
Il Pd si schiera dalla “parte giusta”, domani l'appuntamento al Miti con il premier Gentiloni. Verducci: “Abbiamo rimesso il Paese in partita, ora chiediamo la fiducia per il secondo tempo”

Comincerà domani pomeriggio al Museo Miti di Fermo, alla presenza di Francesco Verducci e Paolo Petrini e con la visita anche del Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni, la campagna del Pd “Dalla parte giusta, idee e voci per le Marche e per l'Italia”, una serie di incontri che porterà i candidati dem nei luoghi più complicati e difficili della Regione, quelli dove più forte è il disagio sociale. “Per noi la politica è un grande viaggio collettivo, quindi nell'incontro di domani, così come in quelli che seguiranno, prenderanno la parola molti esponenti del mondo del lavoro, dell'impresa, del sociale, della ricerca e dell'insegnamento – spiega il senatore uscente Francesco Verducci, capolista nel collegio plurinominale marchigiano al Senato -. La politica ha il dovere di proteggere chi è più in difficoltà e di abbattere quei muri che impediscono a tanti di realizzare il proprio progetto di vita”.

Il Pd si schiera dalla “parte giusta”, domani l'appuntamento al Miti con il premier Gentiloni. Verducci: “Abbiamo rimesso il Paese in partita, ora chiediamo la fiducia per il secondo tempo”

Ma qual è per il Pd la parte giusta, quella dalla quale ha deciso di schierarsi? “Quella di chi più sta pagando la crisi – argomenta Verducci -. In cinque anni abbiamo rimesso in piedi un Paese che sembrava destinato al default e abbiamo puntato a ridare ossigeno alle persone più in difficoltà: penso alle misure per il lavoro dipendente, al rafforzamento del salario degli operai, agli interventi per il sociale, l'istruzione e il diritto allo studio, all'estensione e all'innalzamento delle quattordicesime per i pensionati. E poi ancora alle misure che hanno spinto chi fa impresa: l'abbassamento delle tasse per le aziende di piccole e medie dimensioni, i fondi per l'innovazione e l'acquisto dei macchinari e soprattutto la priorità data al lavoro, con la creazione di un milione di nuovi posti, in buona parte stabili”.

 

28054370_1894466793948025_793295689_n

 

Ed è proprio sulla rivendicazione dei risultati raggiunti negli anni di governo, oltre che più in generale sul tema della serietà e della responsabilità, che il Pd sta costruendo la propria campagna elettorale. I dem offrono agli elettori quella che Verducci definisce la “credibilità delle cose fatte”, mentre a suo dire agli altri non rimangono che le urla e le proposte mirabolanti. “Con i pifferai magici e gli apprendisti stregoni però si va a finire nel burrone” - ammonisce il senatore.

Certo, i dem sono comunque ben consci del fatto che le ferite della crisi siano ancora profonde e che ci sia quindi ancora molto da fare, ma proprio per questo motivo l'appuntamento elettorale del 4 marzo, secondo il pensiero del senatore uscente, sarà un'autentica data spartiacque tra la possibilità di andare avanti con il cambiamento e l' “ipotesi sciagurata” di sprecare tutto e tornare indietro: “Il Pd cinque anni fa si è assunto la responsabilità del governo, anche se avrebbe potuto mettersi da una parte ed aspettare gli errori degli altri – commenta Verducci –. In questo modo abbiamo permesso al Paese di fare dei passi avanti importanti: certo, molti utilizzano il fatto che abbiamo governato per dire che non siamo riusciti a risolvere tutto ed è proprio per questo motivo che, dopo un primo tempo in cui abbiamo consentito all'Italia di “rimanere in partita”, chiediamo agli elettori la fiducia per il secondo tempo”.

Aver già fatto per fare ancora”. Questa l'assicurazione più grande che, secondo Verducci, il Pd può offrire ai cittadini. In un momento così delicato per il nostro Paese e il nostro territorio, è il ragionamento del senatore dem, ci vuole una classe dirigente all'altezza: secondo lui sarebbe infatti pericoloso affidarsi a chi sbandiera la propria incompetenza per raccogliere voti (Movimento 5 Stelle, ndr), a chi propone di far pagare le stesse tasse ai miliardari e agli operai (Berlusconi con la flat tax, ndr) e a chi promette di reinserire i dazi (Salvini, ndr) in un momento in cui l'imprenditoria si basa soprattutto sull'export.

 

Per portare avanti il suo programma di governo a livello nazionale e sul territorio, però, il Pd è fortemente convinto di aver bisogno anche di una figura come quella di Paolo Petrini: mentre la rielezione di Verducci, capolista nel listino Pd al plurinominale per il Senato, è quasi certa, la stessa cosa non si può dire per quella dell'ex sindaco di Porto Sant'Elpidio, che si giocherà il proprio seggio alla Camera nell'uninominale di Civitanova e Fermo contro Mirella Emiliozzi del Movimento 5 Stelle e Giuseppe Cognigni della Lega. Sabato scorso, durante l'inaugurazione della sede della campagna elettorale dei dem a Porto Sant'Elpidio, a Petrini è arrivato un forte endorsement direttamente dal Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e Verducci non è da meno. “La candidatura di Paolo è molto solida e riscuoterà grandissima fiducia – è il commento finale del senatore – sono convinto che il centrosinistra vincerà nel suo collegio. D'altronde Paolo è molto importante per il nostro territorio, soprattutto in un momento così difficile: è fondamentale avere in Parlamento un rappresentante in grado di conoscere le questioni e di risolverle e lui risponde perfettamente a questo identikit”.

 

28169228_10216096438509810_955633572_o

 

Letture:1669
Data pubblicazione : 16/02/2018 12:41
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications