Politica
Elezioni, Montegiorgio. UFFICIALE: per la poltrona di sindaco sarà corsa a tre. Marzialetti e Belleggia fuori dai giochi, LEGGI I CANDIDATI DI TUTTE LE LISTE

Dopo diverse indiscrezioni e rumors che si sono inseguiti nelle ultime settimane, alla fine saranno tre i candidati che si contenderanno la poltrona di sindaco di Montegiorgio.

Mentre il centrosinistra e il Movimento 5 Stelle avevano ormai già da tempo annunciato il proprio candidato, la stessa cosa non può dirsi del centrodestra. La partita per la successione del primo cittadino uscente Armando Benedetti si è risolta solo nelle ultime ore con la candidatura del suo vice Michele Ortenzi.

Elezioni, Montegiorgio. UFFICIALE: per la poltrona di sindaco sarà corsa a tre. Marzialetti e Belleggia fuori dai giochi, LEGGI I CANDIDATI DI TUTTE LE LISTE

La lista, che si chiamerà "ProgettiAMO Montegiorgio", dovrebbe essere presentata ufficialmente nel pomeriggio di oggi. C'è attesa per sapere quali saranno i commenti di Ortenzi su quanto avvenuto nelle ultime settimane. Per il momento, comunque, è certo che della squadra faranno parte l'assessore ai servizi sociali Maria Giordana Bacalini e i consiglieri uscent Alan Petrini e Michela Vita: completano la lista Riccardo Cimica, Michelangelo Ciotti, Giacomo Gentili, Loris Laurenzi, Lorenzo Mancinelli, Lorena Marzialetti, Pamela Peroni, Michele Spaccapaniccia e Raffaela Vignaroli.

 

Se alla fine il centrodestra si presenterà con un solo candidato, ciò non significa però che la coalizione abbia deciso di appoggiare in maniera unitaria questa linea. A confermarlo a informazione.tv è l'assessore al bilancio uscente Stefano Marzialetti, che svela i movimenti degli ultimi mesi: “Abbiamo chiesto di allestire una squadra che segnasse una discontinuità – confessa – ma alla fine si è deciso di continuare puntando sul nome di Ortenzi, che non è stato condiviso e approvato da tutti, come dimostrato anche dal fatto che l'annuncio è arrivato a poche ore dal termine per la presentazione delle liste”.

Marzialetti ammette di aver lavorato ad una formazione alternativa, “ma alla fine abbiamo deciso di non proseguire perché avrebbe avuto poco senso spaccare l'elettorato”. Marzialetti, quindi, così come l'ex assessore Bruno Belleggia, non parteciperanno a questa tornata elettorale, ma ciò non significa che il loro impegno politico finisca qui: “Per questo turno ci fermiamo, ma continueramo a lavorare ad un nostro progetto alternativo”.

 

Il centrosinistra, invece, è stato il primo schieramento ad annunciare il proprio candidato. Si tratta di Marco Ramadori: “La nostra è una lista con una forte caratterizzazione civica: su 13 persone, compreso il candidato sindaco, solo tre hanno la tessera del Pd, mentre le altre dieci rappresentano l'associazionismo, il volontariato e sono indipendenti di varia estrazione politica – spiega l'ingegnere -. Siamo una lista trasversale, ma i cui componenti sono accomunati dalla voglia di far bene e dal desiderio di impegnarsi in maniera totale e quotidiana per ridare a Montegiorgio il ruolo di riferimento della Media Val Tenna”.

Richiesto di un parere sullo scenario politico che si è delineato, con un centrodestra che, pur presentando un unico candidato, ha sofferto comunque delle tensioni interne e con un'area alla sinistra del Pd che non sarà più rappresentata (la lista Montegiorgio in Movimento ha infatti annunciato che non prenderà parte alla tornata elettorale del prossimo 10 giugno), Ramadori non si sbilancia: “Chiaro che la lacerazione degli avversari possa essere un vantaggio, però è tutto da verificare se nel prossimo mese il centrodestra riuscirà ugualmente a dara un'immagine di compattezza e di sintonia: non mi sento di avanzare nessuna valutazione in merito – commenta -. Per quanto riguarda la mancata partecipazione di “Montegiorgio in Movimento”, chiaramente cinque anni fa per noi la sua presenza fu determinante in senso negativo, dato anche il consenso che fu in grado di ottenre, quindi da questo punto di vista la sua assenza potrebbe essere un fatto positivo".

Sette uomini e cinque donne compongono la lista di Ramadori: oltre a Carlo Nunzio Sforza, segretario del locale circolo Pd, e ai due consiglieri uscenti Fabiola Girolami e Massimiliano Gentili, saranno presenti Alessandra Bianchi, Simone Carducci, Claudio Ferracuti, Raffaele Jommi, Laura Marziali, Elvinia Minnoni, Francesco Pasquali, Luca Sbarbati e Tania Terribili.

I candidati e il programma di questa formazione, che prende il nome di “Una nuova stagione per Montegiorgio”, verranno presentati ufficialmente mercoledì prossimo, 16 maggio, presso il Cinema Manzoni.

 

E infine il Movimento Cinque Stelle. Anche tra i pentastellati giochi fatti ormai da tempo; l'ufficializzazione è stata data con un po' di ritardo solamente per l'attesa dell'arrivo della certificazione da parte dello staff nazionale, che ha concesso l'utilizzo del simbolo, ma la scelta è ricaduta con convinzione su Simone Vecchi: “Siamo partiti da una base solida, quella del nostro meet up locale che si formò cinque anni fa – spiega lo stesso Vecchi - e siamo stati in grado di far avvicinare altre persone che hanno trovato nel Movimento il mezzo per provare a portare dentro l'amministrazione le loro problematiche che gli altri esecutivi non hanno mai risolto: per noi è fondamentale ripartire dal senso di comunità”.

Una lista piuttosto giovane, quella pentastellata, con un'età media di 39 anni: “Ci sono ragazzi giovani, operai, imprenditori, persone di tutte le estrazioni sociali – continua il candidato sindaco -. Siamo completamente lontani dalle vecchie logiche partitiche seguite in questi anni: spesso la politica ha cercato il nome forte, che però si è dimostrato tale solo in apparenza”.

E il Movimento, che pure cinque anni fa si fermò al 5,37%, cavalcando l'onda dei risultati delle politiche punta a fare molte bene anche nei territori. “Non ci spaventa l'idea di amministrare Montegiorgio – conclude Vecchi – anche perché siamo forti del sostegno di consiglieri comunali, sindaci e consiglieri regionali già eletti, oltre che di tutto il gruppo nazionale”.

E in effetti ieri mattina alla conferenza stampa di presentazione della lista c'erano il senatore Giorgio Fede e la deputata Rachele Silvestri, mentre questa sera, in un incontro pubblico che si svolgerà presso la palestra comunale di Piane di Montegiorgio, sarà presente anche il vicepresidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo, dell'altra europarlamentare Laura Agea, degli stessi Fede e Silvestri e della deputata civitavonese Mirella Emiliozzi.

Della lista pentastellata, oltre a Monia Fagiani, candidata sindaca di cinque anni fa, fanno Giuseppe Paciotti, Mirko Marini, Francesco Izzo, Piergiorgio Procaccini, Giorgia Grieco, Angela Morganti, Andrea Finucci, Giada Cartechini, Gianluca Silenzi, Giovanni Caforio e Kerri Montemaggio.

 

Letture:1731
Data pubblicazione : 12/05/2018 12:47
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Cetto la Qualunquemente

    13-05-2018 20:06 - #1
    Peccato ! Tra i nomi manca quello del mitico BUCCALA'...!!! Che dire non andrò a votare !
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications