Politica
5 liste e 80 candidati per il Franchellucci-bis. La corsa del sindaco uscente riparte dal Settemari: "Non potevamo fare di più, andiamo a testa alta a chiedere fiducia ai cittadini"

Nel giorno in cui scadevano i termini per presentare le liste che parteciperanno alle elezioni comunali del prossimo 10 giugno (la deadline era fissata per le 12 di oggi), Nazareno Franchellucci ha dato il via alla parte più intensa della propria campagna elettorale presentando tutti gli 80 candidati, divisi in cinque formazioni diverse, che sosterranno la sua corsa verso la rielezione a sindaco di Porto Sant'Elpidio.

5 liste e 80 candidati per il Franchellucci-bis. La corsa del sindaco uscente riparte dal Settemari:

Un Franchellucci apparso in gran forma: dopo aver fatto sfoggio di fair play nei confronti dei candidati di tutte le altre liste (“siamo più di 250 persone che, ciascuno con le proprie idee, si mettono in gioco per il bene della città”), il sindaco uscente ha elencato con convinzione e decisione i cinque punti fondamentali del suo programma, rivendicando i successi ottenuto nell'arco del mandato e non risparmiando delle frecciate anche agli esponenti regionali e nazionali del suo partito, il Pd.
“Dagli enti competenti a livello regionale non sono arrivate risposte in tempo ai nostri appelli per avere un aiuto in merito alla tematica della difesa della costa” - il primo affondo. “Sulla prostituzione ci saremmo aspettati qualcosa in più dal decreto Minniti, noi abbiamo messo in campo ogni mezzo a nostra disposizione” - il secondo.
Osservazioni che non implicano però né uno scaricabarile né la tentazione di alzare bandiera bianca. Franchellucci su questo è chiarissimo: se verrà rieletto continuerà a spendersi con tutto se stesso su entrambi i temi. “Quella relativa alla difesa della costa è la priorità assoluta e forse l'aspetto che più ci pesa non aver risolto in questi cinque anni – ammette -. Porto Sant'Elpidio è una città meravigliosa che abbiamo saputo riqualificare e votare all'aspetto turistico, ma ottenere finalmente le scogliere emerse che pongano definitivamente fine al problema dell'erosione costiera dando un'immagine idonea della nostra città è la prima cosa che vogliamo fare”.
“Ci aspettiamo che dal governo nazionale possa arrivare una scossa – spiega invece il sindaco in merito alla prostituzione – ma negli ultimi cinque anni non ho esitato a mettere in campo misure di ogni tipo che rischiassero anche di compromettere la mia credibilità personale: questa amministrazione non si darà pace fino a quando il problema non sarà risolto”.


Nella visione politica di Franchellucci uno spazio importante ce l'ha anche il sociale: il sindaco sottolinea come in anni economicamente difficili, durante i quali nel nostro territorio non si sono ancora visti quei segnali di ripresa evidenziati a più riprese a livello nazionale, la sua amministrazione ha cercato da una parte di essere vicina a tutte quelle realtà del commercio, dell'artigianato e dell'impresa che hanno investito in maniera coraggiosa su Porto Sant'Elpidio e dall'altra di difendere strenuamente gli standard sociali cittadini: “Sarebbe stato semplice in alcune situazioni tagliare su determinati servizi sociali – spiega – ma avrei preferito dimettermi piuttosto che cedere da questo punto di vista: anzi, in certi casi abbiamo anche aumentato le risorse a disposizione tenendo sempre ferme le aliquote per tutti i servizi a domanda individuale”.
Toni vibranti e appassionati anche sul capitolo sicurezza: “Più del 70% delle telecamere presenti in città le abbiamo installate noi” - rivendica, attaccando al contempo senza citarlo il centrodestra, “che su questo tema pensa di sapere tutto e invece non sa nulla”.


Infine l'attenzione si sposta anche sulla tematica della riqualificazione urbana, tra obiettivi ormai raggiunti (Piazza Garibaldi e il centro cittadino), progetti da portare avanti nel prossimo mandato (“ uno su tutti l'ex Fim, polmone e luogo baricentrico della città che permetterà finalmente di collegare in maniera adeguata il centro al lungomare Faleriense”) e un occhio sempre vigile e attento alle scuole (“nessuno ha investito più di noi sulla riqualificazione dei plessi, dagli asili fino alle medie”).
Insomma, secondo Franchellucci il mandato si chiude con il segno +, anche considerando che l'indebitamento del comune è diminuito da circa 29,5 milioni di euro del 2013 ai 25 di oggi: “Più di così non si poteva realmente fare – sono le ultime parole del sindaco – e ora la nostra squadra è pronta a chiedere nuovamente la fiducia per i prossimi cinque anni”.

 

Franchellucci_in_piedi


Squadra che, come oramai noto, è composta da cinque liste, su tutte quella del Partito Democratico: “Godetevi appieno un'esperienza che vi arricchirà a prescindere da quale sarà il risultato - è l'appello della segretaria cittadina Patriza Canzonetta a tutti i candidati – Abbiamo alle spalle un bagaglio di cose fatte negli ultimi cinque anni che vi permetteranno di andare a testa alta a chiedere il consenso ai cittadini”.
“Nel corso del mandato siamo stati vicini alla città, alla gente, al sociale e al commercio – ricorda il Presidente del Consiglio comunale Vitaliano Romitelli, candidato con Civico Impegno -. Un grazie al sindaco per tutto ciò che testardamente ha fatto. Mi auguro che questa bella compagine non si sgretoli: abbiamo bisogno del supporto di tutti”.
“Il nostro è un gruppo appassionato e motivato – commenta Milena Sebastiani, assessore a sport e turismo e capolista di Popolari Uniti per Porto Sant'Elpidio -. In cinque anni abbiamo fatto cose importanti, che lasceranno il segno in questa città. Tanti elementi della lista hanno condiviso con me i progetti del mio assessorato, sono molto legati a questa parte dell'amministrazione”.
Trova le sue origini nell'esperienza delle comunali dello scorso anno a Sant'Elpidio a Mare la lista “Porto Sant'Elpidio al centro” e proprio in rappresentanza dei “cugini dell'entroterra” ha voluto esserci anche l'assessore alle politiche giovanili Stefano Berdini: “Nazareno ha fatto un ottimo lavoro – riconosce -: i ragazzi della lista saranno i primi a dover portare avanti con convinzione il programma elettorale”. “Crediamo molto in Franchellucci e siamo pronti a lavorare fin da oggi” - aggiunge la coordinatrice Livia Paccapelo.
Infine la vera novità di questa tornata elettorale nel campo del centrosinistra, la neonata lista civica “La città del fare”: “Siamo orgogliosi, fieri e felici di far parte di questa coalizione – sono le parole del coordinatore Marco Biagetti -. Abbiamo iniziato con grande entusiasmo, che è andato via via a crescere sempre più e che si è trasformato in idee, input e suggerimenti all'amministrazione. In questi mesi abbiamo avuto modo di conoscere sempre meglio Franchellucci, in primis l'uomo e poi l'amministratore: siamo sempre più convinti che sia l'unica persona a poter dare un futuro roseo a questa città”.

Franchellucci è pronto, gli ottanta candidati nelle sue liste anche: la sfida della campagna elettorale ora può entrare definitivamente nel vivo.

 

Candidati_Pse_1

 

Candidati_Pse_2

Letture:1834
Data pubblicazione : 12/05/2018 18:45
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications