Politica
Voto sul Milleproroghe, Verducci durissimo in aula contro Lega e M5S: "Il governo del grande inganno, da loro schiaffo in faccia alle Marche su terremoto e periferie". VIDEO

"Lega e Movimento 5 Stelle continuano il voltafaccia nei confronti dei cittadini e delle imprese delle zone terremotate, negando il proseguimento di strumenti indispensabili per il futuro dei territori colpiti. Hanno detto no al sostegno alle partite IVA, no al lavoro di oltre 700 tecnici indispensabili ai nostri Comuni per le esigenze post sisma, no agli ammortizzatori sociali e al sostegno al reddito per i lavoratori delle imprese colpite dal sisma, così come avevano detto no nelle scorse settimane al proseguimento della zona franca urbana per proteggere e rilanciare le imprese del cratere. L'unica nota positiva è venuta dall'accoglimento alla Camera di un emendamento PD, ma al Senato muro totale in faccia alle aspettative di cittadini e imprese del cratere". Così il senatore del Pd Francesco Verducci, che oggi è intervenuto in aula del Senato prima della votazione che ha dato il via libera definitivo al Decreto Milleproroghe.

Voto sul Milleproroghe, Verducci durissimo in aula contro Lega e M5S:

"Hanno poi bocciato i nostri emendamenti per impedire lo scippo perpetrato dal Governo di Lega e Cinque Stelle ai danni dei fondi per i progetti-periferie per i cinque capoluoghi delle Marche - prosegue Verducci -. Il Governo cancella risorse decisive per i comuni e per i cittadini, nonostante le coperture vi siano, in quanto stanziate dai governi del Partito Democratico nella scorsa legislatura. Hanno preso i voti promettendo sicurezza, poi colpiscono i progetti per la ricostruzione e quelli per riqualificare i nostri quartieri. È il governo del grande inganno, ma gli inganni prima o poi vengono smascherati".

 

 

Letture:1328
Data pubblicazione : 20/09/2018 18:07
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Luigi T.

    20-09-2018 22:33 - #1
    E va bene Verducci, continua su questa strada e alla fine vedrai che non sposti un voto. Governo dell'inganno lo hai definito, può essere ma occorre tempo per capire se sia veramente un inganno o forse una svolta nelle politiche di assistenzialismo fatte dal tuo PD in questi anni, senza portare frutti concreti. Se c'è un governo dell'inganno di cui siamo sicuri è quello targato Renzi e Gentiloni cioè tuoi amici di partito. Parli di sicurezza quando avete consentito a tutti di fare il porco comodo loro, vedi ponte di Genova. caro Verducci anche quella è sicurezza non solo elargire fondi INUTILI per riqualificare Tre Archi, in cui le problematiche sono ben altre e che tu conosci bene. Fare qualunquismo come state facendo da mesi è un atto contro il buon gusto e la morale. Un paese ha bisogno di gente seria per essere governata e non da mistificatori della realtà. Perché nel tuo intervento non hai chiesto scusa agli Italiani per aver favorito i Benetton concedendo convenzioni miliardarie e proroghe contro legge secretando per di più i contratti in maniera "politicamente mafiosa". Perché non hai chiesto scusa agli Italiani per aver fatto soffrire giovani e famiglie privilegiando con le vostre politiche i già ricchi imprenditori. Perché non hai chiesto scusa per non aver saputo affrontare il precariato in questa nazione e per non aver detto ai giovani che andranno in pensione con pochi euro 400/500 dopo trent'anni di lavoro grazie alla legge Forneri che avete detto fino ad oggi intoccabile. Dott. Verducci può essere che lei abbia ragione sul governo ma è costume guardare i fatti e non le mistificazioni. Comprendiamo perfettamente il vostro livore per non aver saputo amministrare una nazione ma almeno ci risparmi la pantomima della indignazione su norme che avete votato pure voi. Suvvia serietà Verducci !!!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications