Politica
Niente "cratere nel cratere", dal decreto Genova sparisce l'articolo sulla ricostruzione post-sisma. Il Pd Fermano: "Bene, ma ora fronte comune per i fondi sulle periferie"

"Dal cosiddetto decreto “Genova” sparisce l’art. 18 bis riguardante il terremoto dell’Italia centrale.
Tale variazione introduceva una ulteriore zonizzazione nelle aree terremotate che creava un “cratere nel cratere”. Di fatto, allo scopo di privilegiare ulteriormente la ricostruzione in alcuni comuni del cratere, veniva bloccato il processo in tutti gli altri, da Fermo a Tolentino, procrastinando la ricostruzione di questi ultimi sine die. Una sorta di scippo modello “bando periferie”.

 

Niente

A parlare, per nome di tutto il Pd provinciale di Fermo, è il segretario Fabiano Alessandrini che, in una conferenza stampa di dieci giorni fa dedicata in particolare al rinvio di due anni dei fondi per i progetti del Bando Periferie (tra cui quello di riqualificazione di Lido Tre Archi), aveva portato all'attenzione dell'opinione pubblica proprio il fatto che nella prima bozza del decreto sulla ricostruzione del ponte Morandi a Genova trovassero spazio anche disposizioni, a suo dire particolarmente discutibili, in merito alla ricostruzione delle aree colpite dal sisma del 2016.

 

"Grazie alle proteste dei comuni di tutti i colori politici, con in testa il Sindaco di Tolentino Pezzanesi, e del Partito Democratico, unico a far sentire la sua voce, è stato sventato questo atto pericolosissimo per tutto il processo di ricostruzione post terremoto - prosegue Alessandrini -. Ora la lotta si deve concentrare sul ripristino dei fondi della struttura commissariale che, in base all’ordinanza n.64, si è vista decurtare ben 300 milioni di euro, già stanziati dal Governo Gentiloni. Fondi destinati ad interventi contro il dissesto idrogeologico nelle aree del sisma, anche qui a fronte di progetti già presentati ed in alcuni casi già in fase di appalto, e necessari anche alla proroga del personale tecnico assunto dai Comuni sempre per le pratiche relative al sisma: ben 700 persone che a gennaio cesseranno le loro funzioni vanificando gli sforzi fatti finora, così come denunciato in questi giorni dal presidente del CAL e Sindaco di Force Augusto Curti".

 

"Altro fronte attivo - evidenzia Alessandrini - rimane quello dedicato al ripristino dei finanziamenti per le periferie, previsti dal bando dei governi di centro sinistra e già convenzionati da Comuni e Governo. Cosa significherebbe lo sblocco di questi fondi, per la Città di Fermo in particolare e per tutto il litorale Fermano, è già stato detto più volte ed è facilmente comprensibile a tutti.
I circa 9 milioni di Euro previsti per la riqualificazione di Lido Tre Archi rappresentano uno dei più grandi investimenti pubblici della storia nel territorio fermano, con ricadute di enorme portata in termini sociali ed economici.
Lo “scippo con destrezza”, così lo ha definito il Presidente dell’Anci Antonio De Caro, ai danni delle Città capoluogo di Provincia, rappresenta un danno enorme per i territori, perpetrato al solo scopo di fare cassa, da parte del Governo Lega/5Stelle, in vista della finanziaria. Invitiamo pertanto tutti coloro che hanno responsabilità politiche ed a cuore le sorti del territorio a fare fronte comune per ottenerne il ripristino".

Letture:701
Data pubblicazione : 02/10/2018 10:57
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Forza PD

    02-10-2018 22:06 - #1
    Dopo domenica nel PD tutto cambia, fatevene una ragione voi conservatori e xenofobi della Lega e dei 5 Stelle. 20/30/40 mila pidiessini, una folla in visibilio per il nuovo corso del nuovo PD, non sono uno scherzo ma una immensa folla di CREDENTI !!! Finalmente, al grido di unità…unità…unità..abbiamo capito che il partito nelle sue varie articolazioni ha idee chiare…programma serio…..risposte concrete e…baci e abbracci per e fra tutti i leader . Finalmente una sinistra che sa quello che vuole….!!! Più tasse per tutti… meno diritti ai lavoratori e sgravi fiscali solo agli imprenditori che delocalizzano….processi e prescrizioni più lunghi….,conflitto di interessi solo per gli immigrati … scuola più selettiva per tutti….più evasione fiscale e più lavoro in nero e meno reddito di cittadinanza e finalmente … pensioni ad ottantadue anni per tutti uomini e donne…. Dopo anni di anonimato una sinistra seria che propone cose serie e soprattutto meno litigiosa…..!!! Per una Italia migliore diamo sostegno al PD e alla sua classe dirigente … locale … provinciale … regionale… nazionale e transfrontaliera….! Solo con loro possiamo portare l’Italia fuori e al riparo da speculazioni dei soliti complottisti che si riempiono le tasche dei nostri soldi…per altro già noti alle forze dell’ordine e collocati tra Milano..Arcore..Roma. Ora diventa per il popolo italiano tutto più semplice... Basta solo credere nel PD, in Calenda…Emiliano.. Renzi e la Boschi ed il gioco è fatto…!!! A casa tutti !!!!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications