Politica
Porto Sant'Elpidio. Balestrieri (FdI): "Invece di pensare alla tassa di soggiorno pensate a ridare lustro alla nostra città"

"Sulla tassa di soggiorno gli operatori turistici devono con forza ribadire il loro NO. Quello che tutti diciamo da tempo é ormai chiaro; c'è bisogno di una vera programmazione turistica che, oltre alla promozione, tenga conto anche degli aspetti relativi all'accoglienza, consentendo così di costruire e proporre un ventaglio di servizi e soluzioni utili e indispensabili per ricevere al meglio coloro che scelgono la costa elpidiense per trascorrere le loro vacanze" a tornare sull'argomento è Andrea Balestrieri, Portavoce Provinciale Fratelli d'Italia Fermo.

Porto Sant'Elpidio. Balestrieri (FdI):

"Al contrario sarebbe inutile e dannoso - prosegue Balestrieri - introdurre un'imposta simile, a fronte di un'offerta che complessivamente è ancora poco rispondente alle richieste dei visitatori. Non penso che quello che ora si può offrire sia equiparabile a quello che erogano altre città molto ben avviate sul turismo. È palese che siamo un po' "indietro" a tante altre realtà e che è sconcertante, oltre che fuori luogo, chiedere, anche se di poco, una tassa a chi deve "innamorarsi" delle nostre zone."

 

"L'impegno a cui un'amministrazione deve subito far fronte è quello di mettere mano al bilancio trovando le giuste coperture e rivalutando bene, anche attraverso commissioni ad hoc, quello che alcune forze politiche, tra cui Fratelli d'Italia, hanno proposto - conclude Balestrieri -. Sono totalmente con la categoria e confido nell'intelligenza di chi governa Porto Sant'Elpidio. A quest'ultimi rivolgo un messaggio: invece di pensare alla tassa di soggiorno pensate a ridare lustro alla nostra città che ne ha bisogno."

Letture:486
Data pubblicazione : 11/01/2019 09:36
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications