Politica
"Un passo avanti nell'architettura istituzionale della Provincia": l'orgoglio della D'Alessandro, l'emozione di Calcinaro, la soddisfazione dei comandanti nazionali delle forze dell'ordine

C'era ovviamente molta attesa oggi a Fermo per l'inaugurazione della Questura e del Comando Provinciale dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, in particolare per l'arrivo di Matteo Salvini che, oltre ovviamente a ricoprire il ruolo di Ministro dell'Interno, è uno dei personaggi politici più in vista del momento.

Naturale, quindi, che in Prefettura, durante l'incontro conclusivo della mattinata alla presenza degli organi di informazione, gli occhi fossero puntati su di lui e tutti fossero particolarmente incuriositi dalle sue parole. Ciò non toglie, comunque, che prima del Ministro abbiano parlato molte altre autorità, a cominciare da colei che ha portato a compimento il lavoro impostato da Mara Di Lullo, il Prefetto Maria Luisa D'Alessandro. Nelle sue parole tutta la soddisfazione per il traguardo raggiunto e l'amore per una terra che in meno di un anno ha saputo conquistarla: “Possiamo orgogliosamente affermare di aver realizzato in pochi mesi una parte importante dell'architettura istituzionale della Provincia – commenta –. Solo l'impegno corale ha permesso un'accelerazione utile a terminare in tempi brevi l'ultimo tratto del percorso intrapreso e portato avanti da chi mi ha preceduto. I tre nuovi presidi si propongono come rinnovati punti di osservazione per una sempre più puntuale interpretazione del territorio e delle sue esigenze”.

“Lo Stato ha voluto imprimere tutta la propria forza in difesa di un bene fondamentale come la sicurezza – prosegue la D'Alessandro - un presupposto essenziale per la nostra provincia bella e operosa affinché possa continuare ad esprimere e a mettere a frutto il proprio talento: si tratta di un investimento a tutela del territorio e del suo sistema economico”.

 

Visibilmente emozionato anche il sindaco del capoluogo Paolo Calcinaro. Già intercettato in mattinata dalla nostra redazione, il primo cittadino ha ribadito il suo orgoglio per quello che è un passo fondamentale per lil Fermano. “E' un momento unico che voglio condividere con gli altri 39 sindaci della Provincia con cui sono onorato di poter lavorare e di mandare avanti questo territorio – spiega -. Lungi da me evocare scenari apocalittici, ma quello di oggi è un ampliamento importante di mezzi e di personale in aiuto di coloro che già adesso lavorano per la sicurezza di tutti senza lesinare energie”.

 

Il comandante nazionale della Guardia di Finanza Giorgio Toschi si è detto anch'egli profondamente onorato di partecipare a questa cerimonia, sottolineando la “perfetta armonia e la proficua sinergia” con cui, “sempre nel rispetto dei ruoli e delle competenze”, le Fiamme Gialle e le altre forze dell'ordine operano per garantire la sicurezza di questo e di altri territori. “La giornata di oggi ha un forte significato simbolico – sono le sue parole – che dimostra la volontà di affermare quella cultura della legalità e della giustizia che i cittadini reclamano a gran voce: l'istituzione del nostro comando provinciale, quindi, rappresenterà un'ulteriore risposta concreta ai bisogni di sicurezza e rafforzerà i dispositivi di controllo del territorio in un'area che sta reagendo con straordinaria tenacia agli eventi sismici”.

 

“In un'occasione come questa si percepisce il senso concreto dello Stato, che si esprime attraverso un percorso unitario – esordisce invece Giovanni Nistri, comandante nazionale dei Carabinieri -. Oggi, infatti, siamo qui, con uniformi diverse ma un unico intendimento: mantenere una promessa fatta al popolo italiano e in particolare a quello di Fermo”.

Un intervento molto improntato all'unità, quello del comandante nazionale dei Carabinieri: “Uniti non dico che si vince sempre, ma di sicuro non si perde” - spiega, sottolineando come in occasioni come queste si riaffermi la vera caratteristica delle forze dell'ordine in Italia, la vicinanza alle popolazioni. “Quando si parla di noi si usa spesso un termine convenzionale: fare sicurezza – continua Nistri dopo aver ricordato anche la figura di Alfredo Beni, il militare cui è intitolata la via dove ha sede il comando dell'Arma, morto a 45 anni nell'espletamento delle sue funzioni – e la sicurezza è un prodotto che nasce da una sinergia istituzionale e dall'impegno che abbiamo voluto rinnovare”.

 

Infine la parola è andata al Capo della Polizia Franco Gabrielli che, dopo aver sottolineato l'importanza di una giornata che porta a compimento un percorso fino ad ora lacunoso, ha voluto anche fornire qualche numero in merito alla sicurezza nella nostra regione e nello specifico nella nostra Provincia: “Le Marche hanno il quarto rapporto più basso tra episodi di criminalità e numero di abitanti – spiega - e Fermo da questo punto di vista è la terza provincia della Regione dopo Ancona e Macerata: si può dire quindi che vanta una condizione migliore rispetto a quella di altre realtà, ma deve comunque essere oggetto di particolare attenzione”.

Per questo motivo Gabrielli si è pronunciato anche sulle carenze di organico già denunciate dai sindacati di Polizia: "Dobbiamo colmare alcuni vuoti e cominceremo a farlo con delle immissioni di personale a novembre e febbraio – spiega -. In ogni caso c'è un impegno forte da parte del governo e dell'amministrazione affinché con nuovi concorsi si possa crescere non solo a livello qualitativo, ma anche quantitativo”.

 

 

 

 

Letture:1472
Data pubblicazione : 17/07/2018 16:43
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications