Pubblica Amministrazione
Settanta milioni per il sociale e tassazione ridotta nella prima variazione di bilancio per la Regione

Presentato da Ceriscioli, Cesetti e Giacinti, il documento completa con oltre 120 milioni di euro la manovra approvata a dicembre

Settanta milioni per il sociale e tassazione ridotta nella prima variazione di bilancio per la Regione

Meno tasse e più servizi alla persona, dando priorità al sociale. E' la filosofia di fondo della variazione di bilancio triennale presentata dal Presidente della Regione, Luca Ceriscioli, e dall'Assessore al Bilancio, Fabrizio Cesetti, affiancati dal Presidente della prima Commissione consiliare, Francesco Giacinti.

 

Si muove sugli obiettivi del programma di mandato questo documento contabile che ammonta ad oltre 120 milioni di euro e completa la manovra già approvata a dicembre 2015 in sede di bilancio iniziale (pari a circa 190 milioni di euro) e anticipa le ulteriori misure che verranno adottate con l'assestamento subito dopo la parifica del rendiconto 2015.

 

Risorse certe per dare stabilità al sistema: "Abbiamo dato risposte concrete per centrare gli obiettivi del programma di governo - ha specificato il presidente Ceriscioli - La manovra conferma la scelta di ridurre le tasse per le nuove imprese con l'abolizione dell'Irap regionale; dal punto di vista dell'investimento conferma le voci tradizionalmente importanti, come cultura, università, industria, e introduce come nuova entrata 35 milioni di euro sulle funzioni che ci sono state trasferite dalle province e riguardano, tra l'altro, la difesa del suolo e le strade ex Anas. In questo modo svincoliamo e reintroduciamo nel sistema risorse prima bloccate che potranno ora essere utilizzate per i servizi ai cittadini, un segnale forte per tornare ad investire. La manovra inoltre consente di impiegare 70 milioni di euro complessivi per i sociale: riesce a confermare infatti i 60 milioni di euro e prevede un incremento di circa 10 milioni con i fondi europei che da quest'anno iniziano a finanziare questo settore".

 

“Si tratta - ha rimarcato Cesetti - di una variazione del bilancio triennale autorizzatorio che, grazie anche a rimodulazioni della spesa e all'aggiornamento degli stanziamenti di entrata, ci consente di programmare nel triennio nuove procedure di spesa ed avviare sin da subito le attività gestionali conseguenti e necessarie che, nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di contabilità pubblica, garantiscono l'utilizzo virtuoso delle risorse disponibili”.

 

Una manovra, ha aggiunto l'Assessore, fortemente condizionata nei tempi di presentazione e anche nell'impostazione generale dall'avvenuto trasferimento in capo alla Regione delle funzioni non fondamentali delle Province, in attuazione della Legge 56/2014 e LR 13/2015, che ha reso necessario riallocare risorse per complessivi euro 35 milioni, per garantire sia la continuità delle funzioni trasferite sia il mantenimento degli equilibri di bilancio coerentemente a quanto delineato ed imposto dalle vigenti disposizioni di legge.

 

All'esito di questa variazione e al netto delle risorse che verranno stanziate in sede di assestamento, i principali interventi finanziati sono:

- 70 milioni per il sociale l'anno;

- 13 milioni per cofinanziare i programmi comunitari;

- 10,7 milioni per i programmi di edilizia sanitaria;

- circa 2 milioni di contributi aggiuntivi in ambito sanitario (danneggiati dalle trasfusioni, protesi tricologiche, somministrazione farmaci fascia C ai soggetti colpiti da patologie rare..);

- 9 milioni per l'ERSU (borse di studio e funzionamento);

- 8 milioni di finanziamento regionale per il trasporto pubblico locale;

- oltre 4 milioni per la cultura (coofinanziamento Fus, cinema ed altri interventi in ambito culturale);

- circa 7 milioni a favore dell'industria;

 

E ancora:

- 1 milione al turismo;

- 1, 3 milioni al commercio;

- 2,5 milioni per la difesa della costa;

- 1,25 milioni per i porti;

- 2 milioni per la protezione civile;

- 3,6 milioni per lo sport di cui 3.2 mil per interventi di investimento nel triennio e 400 mila di contributi correnti nell'anno 2016;

- 3 milioni per aumento di capitale nella società Aerdorica.

Letture:2612
Data pubblicazione : 26/05/2016 16:22
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Simone

    26-05-2016 18:46 - #1
    Egr.presidente sono sempre quelli padre disabile.che da 8 mesi le chiede di incontrarla .quindi per favore non si vanti di essere un paladino dell sociale. Vorrei.solo capire perché?non ha tempo.di dedicarmi solo 10 minuti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications