Pubblica Amministrazione
Fermo: dopo Bahia Blanca, Berat, Ansbach e Cagne – sur – Mer, in arrivo una nuova città “consorella”. Protocollata stamane la proposta di gemellaggio con Cava de’ Tirreni

La città di Fermo ha al suo attivo numerosi gemellaggi e protocolli di intesa con città europee ed extraeuropee, avviati allo scopo di sviluppare la politica internazionale e favorire scambi di ordine culturale, economico e turistico. Fermo è formalmente gemellata con le città di Bahia Blanca (8 agosto 1990), Berat (9 maggio 2006) ed Ansbach (15 giugno 2006) ed ha stipulato un protocollo d’intesa con Cagne-sur-Mer (3 febbraio 2017). Entro breve tempo, l’elenco delle città “consorelle” potrebbe allungarsi aggiungendo un Comune italiano: Cava de’ Tirreni, importante centro campano sito sulla Costiera Amalfitana ed in Provincia di Salerno. Il tutto, in nome di Bruno Recchioni e della sua consorte: Maria Natalizio da Cava de’ Tirreni, appunto.

Fermo: dopo Bahia Blanca, Berat, Ansbach e Cagne – sur – Mer, in arrivo una nuova città “consorella”. Protocollata stamane la proposta di gemellaggio con Cava de’ Tirreni

La proposta è stata protocollata stamane dal Presidente del Comitato Promotore del gemellaggio “Città di Fermo – Città di Cava de’ Tirreni”, il Maresciallo dei Carabinieri in pensione Guglielmo Lamberti.

 

Nella lettera, indirizzata al Sindaco di Fermo Avv. Paolo Calcinaro, si sottolinea la motivazione, il punto in comune nel quale riconoscersi che ha portato alla proposta di cui sopra: “…motivata dal fatto che Bruno Recchioni, cittadino di Fermo, tenente degli Arditi durante la seconda guerra mondiale e trucidato dalle truppe tedesche nell’eccidio di Cefalonia dopo l’armistizio fra l’Italia e gli Anglo-Americani, insignito della Croce di Guerra e già calciatore e capitano della Fermana del tempo, sposò Maria Natalizio, nativa di Cava de’ Tirreni, dalla quale ebbe tre figlie tutt’ora viventi e residenti nella città di Fermo: Gabriella, Mirella e Brunella. Alla luce di quanto sopra si propone che codesta Amministrazione Comunale faccia sua la richiesta del Comitato Promotore”.

 

Comitato Promotore composto da 20 cittadini fermani in vista, ben lieti di supportare la nobile iniziativa che, se approvata, si ripropone di stabilire un legame simbolico finalizzato allo sviluppo di relazioni prevalentemente umane, folkloristiche e culturali che consentano di far conoscere all’altra le rispettive realtà cittadine.

 

Perché se la città di Fermo è indubbiamente considerevole dai punti di vista storico, architettonico e culturale, Cava de’ Tirreni (il termine Cava deriva dal latino cavea - grotta, caverna - e si riferisce alle numerose caverne che si trovano nei monti vicini. L'aggiunta "de Tirreni" è legata alla credenza che il luogo si sviluppi sull'antica Marcina, città dei Tirreni) non appare da meno: 180 mt SLM, 53.450 abitanti, sorge al centro della valle Metelliana, fra i monti Lattari, nella penisola amalfitana, proprio in affaccio sulla meravigliosa e conosciutissima costa. Sant’Auditore come Patrono, Cava de’ Tirreni (splendida città definita “piccola Svizzera”, famosa anche per il teatro comico detto “farsa cavajola”) ha nella Badia della SS. Trinità, nel Duomo, nel Santuario di S. Francesco e S. Antonio, negli interminabili Portici di B.go Scacciaventi (ricco di palazzi barocchi e tardo-catalani), nella Villa Comunale, nelle 32 torri longobarde che anticamente la difendevano ed in tanto altro ancora, i propri gioielli. Da mostrare e perché no scambiare con quelli, ugualmente inestimabili, della nostra Fermo. Se son rose…

Letture:573
Data pubblicazione : 30/10/2018 16:35
Scritto da : U.F.
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Carlo

    31-10-2018 19:19 - #1
    Scusate vorrei sapere i nomi dei 20 cittadini fermani in vista che hanno sostenuto questa splendida iniziativa. Grazie
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications