Sanità
Mozione del consigliere Ciriaci. Fibromialgia: pari opportunita' di cura per tutti i malati

“La Fibromialgia deve essere riconosciuta come malattia cronica e i pazienti affetti da questa sindrome devono poter contare sull’esenzione del tiket sui farmaci che sono indispensabili per affrontare il dolore causato da questa patologia invalidante.”

Mozione del consigliere Ciriaci. Fibromialgia: pari opportunita' di cura per tutti i malati

Così Graziella Ciriaci, Consigliere regionale di Forza Italia esprime il suo impegno nei confronti degli ammalati affetti da questa malattia concretizzato con la presentazione, lo scorso giugno, di una Mozione in Consiglio regionale proprio per chiedere alla Giunta a farsi promotrice presso il Ministero della salute affinché ci sia un riconoscimento necessario e la conseguente esenzione del tiket. Alla Giunta si chiede inoltre che si adoperi per permettere una corretta e omogenea valutazione della sindrome fibromialgica in sede di Commissione collegiale per valutare l’invalidità civile e per gli altri benefici previsti dalle norme vigenti e infine si impegni a promuovere l’informazione e la conoscenza di questa sindrome a tutti i livelli preposti alla tutela del diritto alla salute.
“Proprio questa settimana – prosegue la Ciriaci – il Consiglio regionale della Toscana ha approvato una mozione nella quale si riconosce la sindrome della Fibromialgia e si sollecita le Asl di tutta la Regione a individuare percorsi multidisciplinari e multi professionali per la gestione corretta della malattia, i cui sintomi possono riscontrarsi in altre patologie. Da qui la richiesta di promuovere percorsi per individuare, all’interno dei servizi offerti nelle diverse Asl toscane, figure mediche specialistiche preposte alla certificazione della malattia, anche per l’esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria, per prestazioni riguardanti il follow up e la stessa terapia mediante inserimento nei livelli essenziali di assistenza.”
La Mozione presentata dall’opposizione è stata comunque approvata dall’Aula toscana a sottolineare quanto questo argomento sia importante per tutta la comunità. Un atto che da anche mandato all’assessore regionale alla Salute di promuovere e sostenere analoghe iniziative nell’ambito della Conferenza permanente Stato-Regioni e quindi ai competenti organi dello Stato, per far recepire questi principi da tutte le Regioni italiane e nel Piano sanitario nazionale.
“L’auspicio – conclude la Ciriaci – è che la Mozione che ho presentato venga discussa quanto prima possibile per far si che le Marche, che si fregiano di essere una delle regioni più avanzate in Italia per la salute, si impegnino nei confronti di questi malati e di una malattia che a volte raggiunge apici di forte dolore e che richiede cure dai costi che non tutti i cittadini possono sostenere.”

Letture:6418
Data pubblicazione : 01/08/2014 16:01
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
7 commenti presenti
  • Rosalba

    17-01-2016 22:45 - #7
    Anch'io sono un'altra fibromialgica...dopo mesi di cure inutili e dolori atroci in tutto il mio corpo, hanno diagnosticato questa malattia ....ogni mattina mi sveglio con un nuovo dolore che si aggiunge agli altri. ...sto assumendo delle medicine, lo psicofarmaco, sedute dallo psicologo e ginnastica con il chinesiologo.la mia vita è cambiata ....ho l'impressione che non mi appartenga. ...tutto ciò è molto triste! La fibromialgia è altamente invalidante. ...ma come tutte le cose, se non le vivi non si comprendono.
  • Mimoza

    07-04-2015 13:47 - #6
    mi hanno scoperto la Fybromialgia da 1997 e ancora ho 18 .la mia vita e un fallimento continua...tanto tempo fa ho raccolto tanti materiali su questa malatia su un blog
  • jana

    08-12-2014 01:36 - #5
    Aiutateci, sono 20 anni che sofro di fibromialgia e ne ho 35. Non dormo dall dolore ,non riesco stare in piedi quasi tutti giorni e a leggere e sempre tutto sfumato. Ma come faccio a vivere senza poter lavorare. Vivo gia 10 anni in Romagna e non mi e aiutata neanche la cura in terme per fibromialgia. Stavo sempre peggio.questa non e vita e un calvario,.per favore aiutateci.siamo tanti.
  • FRANCESCO TANZARELLA

    04-08-2014 21:57 - #4
    E' una bruttissima malattia ,altro che infarti ecccc questi politici se trovano soldi x mare nostrum , eccc puo trovare i soldi x chi soffre di questa malattia invisibile !!!!!!! Ma che da sofferenze che non si possono descrivere !! ragazzi organizziamoci una sede o due x regioni x tutti gli ammalati d'italia e vediamo di far valere le ns ragioni .....ne dovranno prendere atto !!
  • cettina

    03-08-2014 17:00 - #3
    Dopo essere andata tre volte al pronto soccorso con forti dolori al fianco e alla schiena oltre che una stanchezza cronica, in prof di Catania con visita all'ospedale in forma privata mi ha certificato la fibromialgia ma da questo è iniziata la brutta consapevolezza di dovervi convivere perché senza cura specifica ma con costi elevati annuali fra terapie e medicine alternative e quant'altro. Tra l'altro devo guidare quotidianamente e diventa ogni giorno un problema. Spero che la Regione Sicilia recepisce la mozione come malattia invalidante.
  • JOLANDA

    03-08-2014 09:54 - #2
    Anche io purtroppo faccio parte di questa categoria....diagnosticata dopo 3 anni TRASCORSI IN PRONTO SOCCORSI!!! Poi un Prof. di Siena mi ha fatta ricoverare x circa un mese e li sono arrivati alla diagnosi....non presa bene all'inizio. Quando sai che non ci sono medicine adeguate,non si guarisce e la vita e' ....e sara' molto dolorosa......cosa si fa ad accettare bene una situazione del genere???? Poi nessuno ti aiuta....o ti capisce veramente,quando hai dolori in tutto il corpo e non lo puoi spiegare neppure tu!!! Spero che ci aiutino anche finanziariamente....perche' io x esempio non posso neppure lavorare....certo facevo la collabotrice domestica...ma a me sinceramente piaceva anche quello!!!
  • assunta lecce

    02-08-2014 00:53 - #1
    Anche la regione EmiliaRomagna dovrebbe decidersi a farlo noi nn ne possiamo più.questa malattia nn ci toglie la vita ma ci uccide giorno per giorno con tutti i dolori ansia e attacchi di panico e altro ancora. AIUTATECI NN LASCIATECI SOLE.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications