Sanità
“Fondi per un nuovo polo ospedaliero di Fermo. A che pro?” Stefano Cencetti: “Occorre, potenziare e migliorare le strutture ospedaliere esistenti”

“Reperire fondi per la costruzione di un nuovo polo ospedaliero a Fermo? A che pro? Qual'è il vantaggio per la comunità fermana? A mio parere la costruzione di un nuovo polo ospedaliero ed il conseguente investimento di fondi pubblici é una manovra che non va assolutamente incontro alle esigenze della collettività”. Così il portavoce e socio fondatore di Marche 2020 Stefano Cencetti interviene in materie di sanità fermana.

“Fondi per un nuovo polo ospedaliero di Fermo. A che pro?” Stefano Cencetti: “Occorre, potenziare e migliorare le strutture ospedaliere esistenti”

“Occorre d'altro canto - spiega Cencetti - potenziare e migliorare le strutture ospedaliere esistenti, andando ad aumentare il personale specializzato fornendo un'adeguata e minuziosa attenzione al malato, impiantare macchinari all'avanguardia che forniscano una diagnosi precisa e dettagliata al cittadino, abbassare drasticamente i tempi delle liste d'attesa per gli esami medici e soprattutto fornire in tempi brevissimi gli esiti clinici degli esami medici cui il malato si sottopone per una diagnosi veloce che può salvare la vita. Queste Sono le priorità che richiede la comunità regionale tutta e se ci sono fondi pubblici disponibili, a mio avviso, devono essere utilizzati per questo. La salute del cittadino é una priorità e non può e non deve assolutamente essere messa in secondo piano”.

Letture:2931
Data pubblicazione : 23/07/2015 11:58
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
7 commenti presenti
  • Francesco P.

    27-07-2015 09:32 - #7
    Ripristinare i posti letto negli Ospedali tipo Porto San Giorgio, Sant'Elpidio a Mare potrebbe essere anche una buona idea purchè venga fatto e che sia sufficiente per riportare la nostra provincia nella media regionale. Negli ultimi 10/15 anni la tendenza invece è stata quella di chiuderli o depotenziarli questi Ospedali. Il problema della carenza notevole dei posti letto in rapporto al numero degli abitanti deve essere risolta. Le vie possono essere diverse, l'importante che non siano più costose di un nuovo ospedale, che comunque garantirebbe dei servizi più all'avanguardia ed una collocazione più idonea per un Ospedale, più parcheggi etc.etc. Senza dimenticare infine che nella nostra Provincia abbiamo una carenza anche qui molto pesante di R.S.A. (residenza sanitaria assistita)..... nella provincia c'è solo Amandola e Petritoli.....Già ora la situazione non è più sostenibile, visto poi che la popolazione invecchia........ Ascoli ne ha 7 o 8 se non erro......Macerata Idem........ Fermo solo 2.....Perché??? Anche qui bisogna metterci mano a breve e magari utilizzare parte degli Ospedali "in chiusura" potrebbe essere una soluzione altresì valida.....
  • sibillini

    25-07-2015 14:10 - #6
    La soluzione è trasformare l'attuale ospedale di Fermo in un poliambulatorio e chiudere tutti i presidi periferici. Un ospedale regionale di riferimento ad Ancona che comprenda tutte le alte specializzazioni e 4 ospedali di rete: uno per ciascuna ex provincia. Per il resto lasciare sul territorio i servizi distrettuali, assistenza domiciliare, qualche poliambulatorio e riorganizzare e potenziare l'assistenza primaria. Tutto ciò a partire subito dalla scandalosa ex provincia di Macerata in cui gli ospedali non si contano e parliamo di un territorio collegato da una superstrada e da rete ferroviaria. Si tratta di milioni e milioni di euro di risparmio e di un miglioramento dell'assistenza sotto tutti gli aspetti. Tutto ciò non si fa per un banale calcolo elettorale e per il campanilismo e la miopia dei bravi cittadini: non buttate la croce sui politici, sono una vostra emanazione.
  • x Francesco P.

    24-07-2015 14:58 - #5
    Buon pomeriggio Francesco, a me risulta che gli altri ospedali della zona (Montegranaro, Porto San Giorgio ecc.) in realtà non sono chiusi ma hanno ambulatori per visite di varie specializzazioni, mentre le zone degli stessi edifici destinate "ai letti" sono penosamente chiuse da tempo e in stato vicino alla fatiscenza. Sicché poter ripristinare le aree destinate alla degenza negli altri ospedali potrebbe risolvere il problema dei posti letto. Che ne pensa? Grazie.
  • Giuseppe

    24-07-2015 10:15 - #4
    Il risultato elettorale ottenuto da marche 2020 ci dà la misura della valenza politica del cencetti,Al quale mi permetto di suggerire una scappatina fuori Fermo per rendersi conto di come funziona la Sanità.Fuori Fermo.Auguri Cencetti per i suoi prossimi silenzi!
  • Francesco P.

    24-07-2015 09:56 - #3
    Il Sig. Cencetti dovrebbe sapere che dopo la chiusura di diversi Ospedali di zona, la Provincia di Fermo ha un rapporto Popolazione/posti letto ospedalieri decisamente più bassa del resto della Regione. Vi è pertanto una carenza oramai cronica di posti letto. Questa è la verità, facilmente verificabile da chiunque e che il Sig. Cencetti dovrebbe conoscere. Pertanto un nuovo Ospedale andrebbe in perfetta sintonia con le esigenze della Comunità Fermana, altroché......... L'unico punto condivisibile è il miglioramento delle attenzioni e delle apparecchiature destinate ai degenti. Semmai ci sarebbe da chiedersi perché sono stati spesi milioni di euro per potenziare l'Ospedale vecchio di Fermo che per la sua ubicazione e viabilità risulta indubbiamente inadeguato??? Infine i fondi già stanziati per il nuovo Ospedale, che fine hanno fatto?? Per quale altra causa cosi nobile la Giunta Spacca ha stornato tali Fondi???
  • paolo

    23-07-2015 16:10 - #2
    lasciate stare Cencetti che parla a nome di milioni di voti presi alle regionali !
  • Viviana

    23-07-2015 15:39 - #1
    Ma Cencetti a che titolo fa comunicati stampa? Chi rappresenta? Come quando pubblicate quelli di Di Ruscio. Che ruolo politico hanno questi signori? Sono segretari di qualche forza politica? E se si, è la stessa con cui hanno dichiarato di stare 4 ore prima? (.)
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications