Sanità
Ospedale “Murri” di Fermo. Inaugurata la Sala Interventiva del blocco parto del reparto di Ostetricia e Ginecologia

Inaugurata questa mattina presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale “Murri” di Fermo, la nuova “Sala Interventiva del blocco parto” con le relative novità in ambito chirurgico, anestesiologico e neonatale.

Ospedale “Murri” di Fermo. Inaugurata la Sala Interventiva del blocco parto del reparto di Ostetricia e Ginecologia

Licio Livini, Direttore dell’Area Vasta 4, ha parlato di un “tassello in più in una organizzazione in cui se ne stanno mettendo tanti altri.”

“Possiamo parlare di un contesto ergonomico perché si tratta di una situazione in cui si crea armonia tra i vari percorsi, tra forza umana, logistica e attrezzature  - ha continuato Livini. L’impegno costante di chi ci lavora è quello di creare un sistema armonico di qualità, di efficienza e di appropriatezza. Lavorare con etica e responsabilità sentendosi parte di questa importante organizzazione, con la propensione nei nuovi processi e nel corretto utilizzo delle risorse, sempre per il benessere e per la salute dei nostri cittadini.

 

27535380_10215923798513918_636388147_o

 

La parola poi al Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro che ha ringraziato l’Ospedale “Murri” di Fermo “per i servizi che riesce a offrire e per il loro avanzamento.”

Il primo cittadino ha sottolineato “l’implementazione dei percorsi già presenti nel nostro “Murri”, che rimane una certezza per la nostra comunità data soprattutto dal personale medico e infermieristico.”

Il Dottor Renzo Vincenzi, Medico Chirurgo Specialista in Ginecologia e Ostetricia, ha commentato: “Dopo i tanti solleciti, quest’opera, voluta dal Dottor Genga, è arrivata e ne sono molto soddisfatto. Ringrazio il Direttore Livini che ha dato un importante input e il sostegno economico necessario.”

Entrando nel dettaglio il Dottor Vincenzi ha parlato di una “struttura moderna, funzionale e attrezzata in maniera idonea, nel rispetto delle normative vigenti e consona agli standard di sicurezza. Perché è fondamentale che nello spazio travaglio e parto ci sia una struttura di emergenza/urgenza viste le tipologie di casi che si possono verificare prima, durante e dopo il parto. Una emorragia o un taglio cesareo richiedono di agire in pochissimo tempo con procedute ostetriche, chirurgiche e neonatologiche specialmente dedicate.”

“Stiamo parlando – Vincenzi si sofferma poi sui numeri – di una delle unità operative più grandi delle Marche con 945 parti nel 2016 e molte partorienti che vengono da fuori Provincia. Sono quindi felice di dare il benvenuto alla sala interventiva che va a completare la nostra struttura.”

 

27535669_10215923796313863_1023384600_o

 

Il Dottor Monaldo Caferri, Dirigente Medico dell’Area Pediatria, è soddisfatto della nuova sala interventiva che permetterà di dare il miglior sostegno possibile alle esigenze delle mamme e dei neonati. Fin da quando il bambino viene alla luce, la mamma pensa al neonato e ha bisogno dell’affiancamento di un esperto e di seguire tutte le procedure necessarie delle prime ore seguenti il parto.”

“Se le mamme vogliono infatti – prosegue il Dottor Caferri –, potranno avere il neonato in stanza per tutto il tempo di permanenza nel reparto e saranno le competenze delle ostetriche a dirigersi stanza per stanza. Il nostro reparto rappresenta, e lo dico dopo 40 anni di attività, l’avanguardia rispetto a molte altre parti”.

Caferri ha concluso sottolineando che questo è un processo che merita di essere replicato in moltissimi ambiti e che è importante portare all’attenzione la sanità fermana, la quale molto spesso è sottofinanziata.

 

27604545_10215923797193885_2017534340_o

La Dottoressa Anna Maria Calcagni, Presidente dell’Ordine dei Medici, ha spiegato come “la realtà fermana, con l’avvento dei Dottor Vincenzi, ha visto un fortissimo sviluppo del reparto. La realtà fermana rappresenta il coronamento di una visione e di un’assistenza di un certo tipo, che supera la media regionale e nazionale”.

“Come Ordine dei Medici è nostro dovere tutelare la salute del cittadino – ha concluso la Calcagni - e mettere insieme tutte le risorse rappresentative per stimolare il nostro territorio.”

 

27605019_10215923796073857_676931112_o

 

 

Letture:4753
Data pubblicazione : 29/01/2018 13:59
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications