Sanità
Carenza di personale in Area Vasta 4, Donati (CISL) rilancia l'allarme: "Situazione insostenibile, così non si può andare avanti"

"Se andrà avanti così, in breve tempo gran parte della sanità fermana sarà privatizzata. I numeri sulla carenza di personale assistenziale in Area Vasta 4, cioè infermieristico, OSS, Tecnico Sanitario e Professionale, segnalano una vera e propria emergenza, emersa senza più alcun velo dalla pianificazione del piano ferie estive. La decisione della Direzione di Area Vasta 4 di non chiudere o accorpare alcun reparto al Murri, solo per apparire virtuosa, si sta rivelando invece il classico "cavallo di Troia" per far aumentare la presenza delle Cooperative private all'interno del sistema sanitario fermano". A lanciare l'allarme è il segretaro regionale della Cisl FP Marche, Giuseppe Donati, sempre in prima linea nel denunciare la carenza di personale nella sanità fermana e il rischio connesso a una sua privatizzazione

Carenza di personale in Area Vasta 4, Donati (CISL) rilancia l'allarme:

"I numeri sono impietosi e certificati dalla stessa Direzione di AV 4 - continua Donati 

INFERMIERI: Dotazione Organica posti n.633

Assunti n. 624, di cui 617 a tempo indeterminato e 7 a tempo determinato
Assenti per aspettativa n. 6
Assenti per Comando in altri Enti n. 1


Beneficiari Legge 104 per se stessi o per assistenza a familiari con handicap grave n. 62
Esclusi dai turni per incarico di Coordinamento e non sostituiti n. 8
Assenti per malattia lunga n. 4
Ad orario ridotto perchè Part time n. 30
Assenti per maternità n. 23
Assenti per congedi parentali n. 29


EFFETTIVAMENTE PRESENTI n. 600
EFFETTIVAMENTE SERVIBILI PER ASSISTENZA n. 592 , cioè 41 infermieri in meno rispetto alla dotazione organica.

Questi numeri fotografano, solo per il personale infermieristico ma potremmo fare altrettanto anche per gli OSS, l'enorme differenza esistente tra il numero di professionisti che dovrebbero essere presenti e quelli effettivamente utilizzabili per attività assistenziali".

 
"Un gap fortissimo che sta mettendo a rischio l'assistenza infermieristica in Area Vasta 4 - prosegue il segretario generale della CISL FP Marche -. Ciò è la conseguenza di politiche sul personale dell'ASUR e della Regione che definire scellerate sarebbe poco. Nessuna o quasi delle assenze di infermieri per aspettativa o maternità può essere coperta con assunzioni a tempo determinato per ordine della Regione Marche, scaricando così il peso della carenza di personale sugli infermieri effettivamente in servizio. Ciò ha già generato in AV 4 un numero stratosferico (quasi 50 mila) di ore lavorate in più rispetto a quelle contrattuali. Queste ore saranno difficilmente recuperate dal personale e quindi sono a tutti gli effetti un indebito arricchimento per l'ASUR. Sono frutto di riposi non goduti, ferie bloccate, richiami in servizo nei giorni di riposo. Tutto ciò è inaccettabile.

Un altro dato, però, fotografa meglio quanto le scelte vergognose dell'Asur sul personale stiano condizionando la qualità assistenziale quindi la qualità delle prestazioni sui malati che si ricoverano nelle strutture sanitarie del Fermano.
Da calcoli effettuati dai tecnici, i minuti di assistenza che nell'anno gli infermieri dovrebbero garantire ai malati in AV 4 ammontano a 915.840. Sapete quanti ne vengono effettivamente garantiti, tenute presenti tutte le carenze sopra menzionate? Solo 816.058. Quindi quasi 100.000 minuti di assistenza infermieristica vengono negati ai malati in Area Vasta 4".

 

"Se ne ricordino i pazienti e i loro familiari quando un campanello viene risposto con ritardo, quando l'igiene personale viene effettuata con meno frequenza, quando i protocolli per la prevenzione delle lesioni da decubito non possono essere rispettati correttamente, quando ai front office c'è l'impiegato nervoso, quando per una pratica ci vogliono settimane, ecc - va avanti Donati -. Gli infermieri e gli OSS, ma anche altri professionisti e non solo quelli sanitari, sono ormai anni che fanno i miracoli per sopperire alla carenza di personale che ora è arrivata al limite. Tutto questo dovrebbe essere superato in un sistema sanitario pubblico sano, garantendo le dovute sostituzioni di personale. Invece nelle Marche, ad iniziare da Fermo, tutto questo verrà ovviato con la cessione a privati di pezzi della sanità pubblica.

E' scandaloso che sindaci ed amministratori dei Comuni del Fermano tacciano di fronte a tutto ciò. Evidentemente anche loro sono d'accordo. Anche loro avvallano supinamente la politica dell'ASUR?

Scandaloso che vi siano Sindaci che brindano a spumante insieme ai vertici dell'ASUR e della Regione perchè un monopolista della sanità privata conquista terreni e spazi per aprire strutture private a scopo di lucro nel proprio Comune, invece di unirsi alle forze sociali, alle associazioni dei malati, alle famiglie affinchè l'intero arco delle prestazioni sociosanitarie, della riabilitazione, della prevenzione, venga garantito dal sistema pubblico e non svenduto al privato. Evidentemente ci saranno interessi più alti che ci sfuggono".

 

"Per tutto questo la Cisl FP Marche - conclude Donati - insieme ad altri sindacati e alla RSU, domani mattina alle ore 11,30 sarà presente al sit In davanti al presidio di Sant'Elpidio a Mare per manifestare non solo contro l'esternalizzazione delle Cure Intermedie, ma per denunciare che a breve, se non cambierà la politica assunzionale dell'Asur e della Regione, interi pezzi della sanità del Fermano saranno privatizzati. Sindaci e cittadini sono avvertiti".

Letture:583
Data pubblicazione : 29/05/2018 12:59
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications