Sanità
Area Vasta 4. Capitolo esternalizzazioni: martedì 12 l'incontro tra Sindacati e ASUR

"Dopo l'accordo in Prefettura, la Direzione dell'ASUR si è degnata di convocare Sindacati ed RSU per affrontare la carenza di risorse umane. Ora vedremo quali e quanti Sindaci saranno dalla nostra parte. A rischio anche la liquidazione degli stipendi a causa della mancanza di personale amministrativo al Servizio Rilevazione Presenze." è soddisfatto e fiducioso il Segretario Regionale CISL Giuseppe Donati dopo la comunicazione dell'incontro con l'Area Vasta 4 che si terrà il 12 giugno.

Area Vasta 4. Capitolo esternalizzazioni: martedì 12 l'incontro tra Sindacati e ASUR

"La Direzione Generale dell'ASUR, che in modo pavido era sfuggita fino ad oggi al dovere di confrontarsi con i Sindacati, il 12 giugno ha convocato i rappresentanti dei lavoratori dell'Area Vasta 4. Lavoratori che solo un mese e mezzo fa si sono espressi in votazioni libere e democratiche assegnando alla CISL FP la maggioranza dei voti e dei seggi." ha continuato Donati.

"Assurdo l'atteggiamento sfuggente della Direzione ASUR anche perchè alla luce della modifica del 2017 della Legge Regionale n. 13/ 2003, la Regione ha voluto, sbagliando di grosso, centralizzare anche la trattativa decentrata, nominando il Direttore Marini, Presidente di tutte le delegazioni trattanti di parte pubblica delle Aree Vaste. Era quindi un dovere quello di accettare la richiesta della parte sindacale di confronto e non una concessione. Ciò la dice lunga sul vero motivo della modifica della Legge 13/2003 - ha spiegato il Segretario. In ASUR come CISL FP porteremo i numeri impietosi che connotano come l'Area Vasta 4, pur essendo l'unica ad aver riorganizzato e razionalizzato i servizi, tagliando doppioni e riconvertendo tutti gli Ospedali di Polo, stia pagando salate le politiche di contenimento della spesa sul personale."

"Il problema va ben oltre l'emergenza delle ferie estive. Essendo in Area Vasta 4 arrivati a tetto della dotazione organica degli infermieri e avendo una dotazione organica di OSS assolutamente datata e non attuale, l'Area fermana è fortemente esposta all'assalto del privato. Il ricorso ad esternalizzazioni, visto dall'ottica della politca regionale, è una risorsa a cui ricorrere quando la spesa per il personale non può essere sforata. La CISL FP MARCHE non vede assolutamente il ricorso ad esternalizzazione come una risorsa bensì come una vera e propria sconfitta del Sistema Sanitario Pubblico e un regalo ai privati. Va spiegato che la spesa per le Cooperative, quindi per l'esternalizzazioni, va caricata in un capitolo del bilancio diverso da quello per le assunzioni di personale e cioè quello per Beni e Servizi che, guarda caso, non ha limiti. Altro che politiche per il lavoro e la lotta alla precarizzazione." ha continuato Donati.

 

"I numeri sono questi: l'equivalente di 81 unità in meno in servizio effettivo;

  • 100 mila minuti annui in meno di assistenza infermieristica;
  • 60 infermieri assenti e non sostituiti per gravidanza e congedo parentale;
  • 30 infermieri con Legge 104 quindi con la possibilità di assentarsi dai turni 3 giorni al mese;
  • 50 mila ore lavorate in più dagli operatori."

 

"Basterebbe avere la possibilità di sostituire almeno in parte queste assenza con assunzioni a tempo determinato e, ad esempio, non ci sarebbe stato bisogno di esternalizzare le Cure Intermedie. Al danno la beffa - ha spiegato il Segretario. Oltre a dover lavorare di più, rinunciare ai riposi, vedersi bloccare le ferie, gli operatori dell'AV 4 rischiano di non vedersi liquidare regolarmente la parte variabile dello stipendio. Infatti, al Servizio Rilevazione Presenze in via Zeppilli è rimasta una sola amministrativa. Il prossimo 12 giugno ci presenteremo in ASUR come CISL FP e con i nostri rappresentanti RSU, forti delle nostre ragioni. Se non ci saranno risultati concreti, chiameremo i dipendenti ad azioni più forti ed impattanti sull'utenza. Indietro non si torna più."

Vedremo quali e quanti Sindaci della Conferenza dell'AV 4 saranno con noi. Quanti, guarderanno meno ad interessi politici e all'opportunità spicciola e più ad una battaglia di merito che guarda al riconoscimento giusto e legittimo di risorse per la sanità del territorio. Sono allarmanti i dati del Censis: 3 milioni di italiani si sono indebitati per curarsi e in Italia c'è stata una vera e propria impennata della spesa verso i Privati. Serve altro per capire quanto miope sia la politica della Giunta Ceriscioli? Se la politica non vorrà capire, tra un anno e mezzo penseranno i marchigiani a spiegarlo meglio." ha concluso Donati.

Letture:547
Data pubblicazione : 07/06/2018 09:34
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications