Sanità
Fermo. Donati (Cisl) lancia l'allarme sull'Inrca: "Tagli continui e sempre meno posti letto, la struttura è allo stremo e rischia di sparire"

"La situazione riscontrata al'Inrca di Fermo è di vera e propria emergenza. Una vergogna per la sanità pubblica, un'offesa al territorio fermano e l'ennesima sconfitta della politica locale". Non usa giri di parole Giuseppe Donati, segretario regionale della Cisl Fp, commentando la situazione della sanità nell'Area Vasta 4.

Fermo. Donati (Cisl) lancia l'allarme sull'Inrca:

"Da mesi la struttura soffre per la carenza di numerosi infermieri ed OSS, tanto che già un mese e mezzo fa la Direzione Generale INRCA, senza confronto con i sindacati e nemmeno con l'Area Vasta 4, ha provveduto all'accorpamento di due reparti (Riabilitazione e Lungodegenza Post acuzie) e tagliato posti letto - continua Donati - per l'esattezza, cinque posti in meno per la riabilitazione e sette posti in meno per la Lungodegenza Post acuzie. Questo a tutela dei professionisti e degli operatori, rimasti ormai in pochi, e per garantire la qualità delle cure. Parliamo della carenza di circa 10 unità tra infermieri ed OSS, che per la struttura di Fermo sono numeri pesanti. Il continuo ping pong tra Direzione generale e Regione per l'approvazione del piano assunzioni ha paralizzato la sede di Fermo perchè, senza l'atto approvato dalla Regione, la graduatoria degli Infermieri, frutto dell'espletamento del concorso pubblico terminato a gennaio scorso con 480 idonei, non può essere utilizzata.

La situazione è talmente grave che circa 10 giorni fa la Direzione Generale ha disposto ulteriori tagli di posti letto: 3 posti in meno sia alla Lungodegenza Post Acuzie che alla Riabilitazione.

La situazione posti letto attuale quindi è questa:

GERIATRIA: Attualmente 20 P.L. - Previsti n. 20
Reparto accorpato di LUNGODEGENZA e RIABILITAZIONE:
- LUNGODEGENZA Attualmente n.8 - Previsti n. 18
- RIABILITAZIONE Attualmente n.12 - Previsti n. 20

Senza interventi immediati, l'Inrca di Fermo rischia di sparire portandosi dietro le tante professionalità che in essa sono presenti.

L'ipocrisia dell'attuale Giunta Regionale e del Presidente-Assessore Ceriscioli è palese. Il 1 aprile del 2017, in pompa magna e davanti alla solita e stucchevole passerella di presenzialisti, fu inagurato il Reparto di Post Acuzie che doveva essere la valvola di sfogo per l'ospedale Murri. A distanza di un anno e mezzo, Ceriscioli e la Giunta stanno facendo melina, non approvando il Piano assunzioni, per impedire l'utilizzo della graduatoria d'infermieri per nuove assunzioni, cosí come stanno impedendo l'assunzione di OSS dalla graduatoria dell'Area Vasta. Così facendo, peró, strangoleranno un presidio molto importante per il Fermano, rinnegando clamorosamente le tante parole fine a se stesse sull'importanza della Post Acuzie e del presidio territoriale".

"Non è certo la prima volta che provano a chiudere l'Inrca di Fermo - prosegue il segretariodella Cils FP -. Basti ricordare il tentativo di chiudere la Radiologia e come hanno tagliato il Laboratorio Analisi.

La Cisl FP Marche ha chiesto più volte a Genga, e ultimamente a Deales, di avviare un confronto con i sindacati che, si spera, si possa svolgere a brevissimo. Tutto questo, però, dovrà essere oggetto anche di confronto regionale visto che l'azione di tappo la stanno facendo proprio ad Ancona.

L'Azienda Inrca chiude con un residuo positivo di circa 11 milioni di euro, mentre Torrette va sotto di 10 milioni. Quello che non si comprende, anzi si comprende benissimo, è perchè le assunzioni sono bloccate per l'Inrca. Forse l'Esecutivo Regionale ha deciso di esternalizzare pure l'Inrca di Fermo? Di avvoltoi che ci girano sopra ve ne sono molti".

Letture:2114
Data pubblicazione : 08/06/2018 09:34
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications