Educazione finanziaria: come istruire i propri figli a una corretta gestione del denaro

Imparare a gestire i propri soldi è una lezione che è sempre il caso di impartire ai propri figli il prima possibile: saper gestire le proprie finanze e tenere sotto controllo le spese, anche se al momento non emerge questa necessità, è un fattore importantissimo per la loro vita da adulti. Per questa ragione, è bene essere preparati e istruire i propri figli a una corretta gestione del denaro.

Educazione finanziaria: come istruire i propri figli a una corretta gestione del denaro

Come educare i figli al corretto valore del denaro?

 

Essendo lo scopo quello di creare in loro la consapevolezza del valore dei soldi, questa operazione assume i toni di una vera e propria lezione di vita. Come fare, dunque? Intanto spiegando loro cos’è il debito e quali conseguenze assume, in termini di interessi passivi. Anche il concetto di stipendio dev’essere spiegato ai figli, rapportando le entrate mensili alle uscite: un passo indispensabile per evitare di spendere più di quanto si guadagna. Altre lezioni utili per aiutarli a imparare a gestire i soldi? Istruirli sin da piccoli al valore del denaro, magari usando esempi molto concreti e facilmente comprensibili, come il salvadanaio “porcellino”. Anche il taglio dei costi non necessari è una buona lezione, così come l’importanza del fondo per le emergenze: l’imprevisto, purtroppo, fa parte della vita di tutti noi.

 

Come scegliere un conto corrente a misura di giovane?

 

Quando un giovane diventa abbastanza grande da poter gestire da sé i propri risparmi, è il caso di passare alla scelta di un conto corrente tagliato su misura per lui. Quali criteri tenere in considerazione? Innanzitutto è bene scegliere un conto che sia economico e semplice da gestire: un conto corrente online, come ad esempio quello che propone CheBanca!, potrebbe essere un’ottima soluzione. Infatti, i conti online costano poco e possono essere gestiti anche tramite app, andando incontro alle abitudini tecnologiche dei ragazzi. Quali altre caratteristiche dovrebbero appartenere a un conto a misura di giovane? Magari l’accoppiata con una carta prepagata per i prelievi.

 

Miur e Banca d’Italia insieme per la “consapevolezza economica”

 

Miur e Banca d’Italia hanno promosso un progetto per portare l’educazione finanziaria nelle scuole: il suddetto è stato battezzato con il nome “Consapevolezza Economica”, che da solo spiega già le sue finalità. Lo scopo è quello di insegnare ai ragazzi la comprensione del valore dei soldi: il progetto “Consecon” verrà portato sia alle elementari, sia alle medie, sia presso le scuole superiori. Fra le altre cose, questa iniziativa coinvolgerà anche gli enti e le imprese del territorio, inserendosi nel progetto dell’alternanza scuola-lavoro. Un passo molto rilevante per insegnare ai ragazzi tutta l’importanza del denaro, e della sua corretta gestione.

Letture:475
Data pubblicazione : 11/05/2018 15:13
Scritto da : Redazione
Tags : carosello
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications