Il nuovo concetto di mobilità: ridisegnare gli spazi per un'accessibilità globale

Vent'anni fa, o forse anche solo dieci anni fa, era possibile durante una conversazione al bar o al parco sentire un anziano dire “ah, faticavo a fare le scale, sono caduto un paio di volte e i miei figli alla fine mi hanno convinto a mettere il montascale.

Il nuovo concetto di mobilità: ridisegnare gli spazi per un'accessibilità globale

Al giorno d'oggi, nello stesso scenario, è possibile sentire discorsi del tipo “stiamo sistemando la casa, la stiamo facendo tutta domotica... un bel lavoro, l'abbiamo trasformata in una casa accessibile, tutto a portata di mano, tutto facile, uno spettacolo!”.

 

Cosa è cambiato in soli dieci anni? Sono in effetti cambiate molte cose, cose pratiche che hanno via via prodotto un cambio di mentalità, abituando le persone a concetti che un tempo sembravano futuristici e che oggi sono pane quotidiano.

 

Dieci anni fa, una persona anziana o una persona disabile si trovavano spesso a dover installare un montascale per riuscire a risolvere il problema specifico di superare la barriera rappresentata dalle scale, questa soluzione veniva appunto vista come un ausilio isolato installato in un'abitazione, in un ufficio o in un qualsiasi altro luogo e volto a risolvere unicamente quel problema specifico.

 

La stessa persona anziana, o disabile, aveva poi di solito magari mille altre difficoltà, ma il montascale risolveva quella più impellente e per il resto ci si adattava.

 

Oggi non è più così: rispetto ad un tempo, è cresciuta molto l'attenzione verso la persona e verso i suoi bisogni, è cresciuta la sensibilità verso la ricerca di quel benessere a tutto tondo che non mira solo a risolvere i problemi più urgenti bensì punta a migliorare in senso più ampio il benessere dell'individuo sfruttando al massimo tutti ciò che oggi la scienza, la tecnologia e l'ingegneristica hanno da offrire.

 

Ecco così che ha iniziato a fiorire sempre di più il mercato delle “soluzioni per la mobilità”, non più aziende che vendono e installano “montascale”, bensì aziende moderne con una mentalità molto più omnicomprensiva che si pongono come obiettivo la creazione di ambienti più accessibili a tutto tondo, sfruttando tutte le innovazioni che la tecnologia  ha portato in questi ultimi anni soprattutto a livello di ingegneria, di elettronica, informatica e telecomunicazione.

 

Oggi a dominare il mercato non sono più le vecchie aziende portatrici di soluzioni isolate (ad esempio aziende con un piccolo catalogo solo di montascale), oggi il mercato è dominato dalle nuove realtà che hanno portato e fatto cresce questo concetto omnicomprensivo di benessere a tutto tondo. In Italia ad esempio la più nota di queste aziende è probabilmente Centaurus Rete Italia, un Gruppo presente a livello nazionale che ha saputo creare un vastissimo catalogo multimarca che attraversa con una gamma completa di soluzioni tutti i possibili aspetti legati al benessere e alla mobilità dell'individuo.

 

Il cliente che si rivolge a queste aziende oggi non vuole più  solo “mettere il montascale”, oggi vuole rendere la propria casa “facile” o “accessibile”. Vuole potersi muovere nel proprio spazio domestico con facilità rendendo più comodo, pratico e accessibile tutto ciò che può, creando un ambiente confortevole e su misura.

 

Sicuramente un grande contributo a questo cambio di mentalità è stato dato anche dai costi sempre più accessibili della tecnologia: ad esempio, dispositivi elettronici e domotici che un tempo costavano carissimi, oggi sono sempre più accessibili grazie all'evoluzione di un mercato fortemente in crescita, e che probabilmente ci riserverà ancora molte innovazioni sorprendenti per il prossimo futuro.

Letture:283
Data pubblicazione : 05/08/2018 13:39
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications