cultura
La musica è "your future" a Fermo, tappa del festival della Politecnica delle Marche
La musica è

Arriva il 13 maggio all'auditorium del Conservatorio Pergolesi di Fermo "Your future festival", la manifestazione dell'università di Ancona incentrata sul tema della conoscenza

La Conoscenza è il tema conduttore della terza edizione di Your future festival, manifestazione dell’Università Politecnica delle Marche, che prevede una tappa anche a Fermo.

 "Creare, Intraprendere, Scegliere, Confrontarsi, Crescere" non solo con la scienza e il sapere, ma anche con la musica, è il tema della tavola rotonda in programma a Fermo il prossimo 13 maggio, all'auditorium del Conservatorio di Fermo dalle 9.30 alle 12.

Titolo dell'incontro è "Ritmo e sistemi complessi: musica della vita, armonia dell'universo" e ha il patrocinio del Comune e il contributo della Fondazione Carifermo.

Il ritmo è una parola breve ma piena di significati che spaziano dall’infinitamente grande (Universo) all’infinitamente piccolo (particelle subatomiche). Il ritmo è nella musica, dentro di noi (ci siamo formati ascoltando il ritmo cardiaco), è un ritmo il susseguirsi notte/giorno, l’alternanza delle stagioni.

Se il ritmo è nei sistemi complessi della natura, del corpo umano, delle fluttuazioni economiche, delle costruzioni architettoniche e delle macchine, anche i sistemi complessi hanno un proprio ritmo che ne “scandisce” il funzionamento.

Ritmo e Sistemi Complessi sono concetti multidisciplinari che verranno affrontati dai relatori ciascuno secondo il proprio approccio scientifico.

Dopo i saluti del Rettore, del Sindaco del Comune di Fermo, del Presidente del Conservatorio di Musica G. B. Pergolesi e del Presidente della Fondazione Carifermo, Giovanni Principato, docente alla Facoltà di Medicina dell'Univpm nonché chairman della seduta, introdurrà la tematica.

Il primo intervento sarà di Ettore Savini, dirigente di cardiologia con incarico di alta specializzazione all'ospedale civile di Fermo e docente di malattie dell'apparato cardiovascolare all'Univpm, che parlerà de “Il Ritmo Cardiaco e la Musica”. In particolare tratterà della genesi e del significato del ritmo cardiaco, di come il battito cardiaco abbia influenzato molti famosi compositori e come la musica stessa possa incidere sulla funzionalità cardiaca.

Il secondo intervento sarà del Maestro Luca Bertazzoni, professore di Pedagogia Musicale al Conservatorio di Musica G.B. Pergolesi di Fermo,  che parlerà di “Sincronie: alle Origini dell’Esperienza Musicale”. L’esperienza del ritmo – istintiva ma complessa – ha radici nella relazione aurorale fra madre e bambino. Le loro interazioni, i loro scambi sono un dialogo protomusicale a base di sguardi, suoni, carezze e dondolii.

L’intermezzo musicale sarà a cura del pianista Valentino Veraldi che eseguirà un Movimento tratto dalla Sonata op.109 di L. Van Beethoven.

Relatore della terza “miniconferenza” dal titolo “Wavelets” e Analisi delle Fluttuazioni Cicliche dell’ Economia“ sarà Marco Gallegati, docente della facoltà di Economia "Giorgio Fuà", che mostrerà come la trasformata wavelet sia in grado di cogliere il ritmo e le fluttuazioni cicliche degli eventi economici.

Il quarto intervento sarà condotto Romano e Francesca Folicaldi che ci porteranno nel mondo dell’arte, dell’architettura e della natura parlando di “Alla Scoperta della Sezione Aurea”

Il secondo intervallo musicale sarà della pianista Debora Marino affiancata dalla soprano Gloriela Villalobos Torres che eseguiranno Zapateado di Gerónimo Giménez, un’aria di Zarzuela (operetta spagnola) e Chacarera di Alberto Ginastera, una danza popolare latino-americana.

Giuseppe Conte, docente alla facoltà di Ingegneria, nel suo intervento parlerà di “Ritmo / Tempo / Movimento / Macchine”. Con l'uso di filmati e animazioni mostrerà come il concetto di ritmo è intrinsecamente legato alla percezione ed alla misura del tempo e come l’orologio meccanico ed il suo funzionamento ritmico siano alla base degli odierni dispositivi automatizzati di produzione, di trasporto e dei dispositivi automatici che fanno funzionare gli elettrodomestici, le automobili ed i robot.

Il sesto e ultimo intervento sarà dell’architetto Paolo Bonvini, anche lui docente alla facoltà di Ingegneria, che parlerà di “Ritmo e Costruzione”. Parlerà di ritmo e armonia come modalità organizzativa dello spazio fisico, dal paesaggio all’architettura e del ritmo come strumento operativo nel campo della costruzione.

La tavola rotonda si concluderà con l’esecuzione musicale del percussionista Gioele Balestrini che eseguirà al tamburo Meditation n.1, un brano scritto nel 2011 dal giovane compositore americano Casey Cangelosi.

Letture:2111
Data pubblicazione : 09/05/2016 11:42
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications