cultura
Il 2 giugno 1946, Fermo e una lapide che confonde nascita e proclamazione della Repubblica

La segnalazione del professor Giuseppe Rossi, che spiega i risultati del referendum furono proclamati definitivamente dalla Corte di Cassazione 16 giorni dopo

Il 2 giugno 1946, Fermo e una lapide che confonde nascita e proclamazione della Repubblica

Da qualche giorno, anche nel Fermano, si è festeggiata la nascita della Repubblica italiana. Una data, quella del 2 giugno 1946, che sancì la scelta tra la Repubblica, appunto, e la Monarchia, con il 54,3% dei cittadini che scelsero la prima. Otto giorni dopo, il 10 giugno, la Corte di Cassazione proclamò i risultati, integrandoli definitivamente il 18 giugno con i dati mancanti e dopo aver valutato tutte le contestazioni in merito.

 

Si tratta di passaggi storici di grande rilevanza, di cui si torna a parlare per via di una lapide: quella affissa nel 2002 dall'Amministrazione comunale di Fermo guidata da Saturnino Di Ruscio, con Fabrizio Emiliani nel ruolo di assessore alla cultura.

 

Una lapide che, testualmente, recita: “2 Giugno 1946. Proclamazione della Repubblica italiana. Il Comune di Fermo celebrando l'anniversario ricorda il pensiero e l'azione dei precursori le lotte del popolo italiano per la democrazia la giustizia la libertà. 2 Giugno 2002”.

 

“Mi permetto di segnalare e ricordare - rimarca il professor Giuseppe Rossi - che storicamente e giuridicamente il 2 giugno non è l'anniversario della 'proclamazione' della Repubblica italiana, in quanto i risultati elettorali 'provvisori' del 2 e 3 giugno furono 'proclamati' dalla Corte della Cassazione (come prevedeva la legge), dopo avere esaminato le eventuali contestazioni e ricorsi, il 18 giugno successivo”.

 

Come avvenne regolarmente, aggiunge Rossi, alle ore 18 nell'Aula della Lupa di Montecitorio. “La Corte di Cassazione, con il voto favorevole di 12 magistrati contro 7, 'proclamò' ufficialmente e solennemente la vittoria della Repubblica con 12.718.641 di voti contro i 10.718.502 per la Monarchia.

Nelle Marche si ebbe il seguente risultato: voti per la Repubblica 499.566 (70,1%) contro 212.925 (29,9%); mentre nella città di Fermo la Repubblica ottenne 8.791 voti (62,8%) e la Monarchia

5.188 voti (37,11%).

Il 2 giugno, pertanto, non è l'anniversario della 'proclamazione' della Repubblica: correttamente dal punto di vista storico e giuridico si dovrebbe definire anniversario della 'nascita' della Repubblica.

Sarebbe opportuno che la lapide, che ricorda la data del 2 giugno 1946, venisse modificata, come è stato suggerito varie volte agli amministratori comunali”.

Letture:2739
Data pubblicazione : 14/06/2016 14:16
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications