cultura
Risplende dopo trent'anni la chiesa di San Filippo Neri a Fermo

Oggi la cerimonia di presentazione del restauro del portone ligneo a cura del Lions, ma alla ristrutturazione dell'intera chiesa, che terminerà a fine luglio, hanno partecipati vari soggetti pubblici e privati

Risplende dopo trent'anni la chiesa di San Filippo Neri a Fermo

Trent'anni dopo la chiesa di San Filippo Neri torna alla cittadinanza fermana. La lieta novella è stata data stamattina, in occasione della presentazione del restauro del portone ligneo con il contributo del Lions Club.

I lavori di lavori di recupero e ristrutturazione all’interno della chiesa, che si trova su corso Cavour, termineranno entro la fine di luglio. Per la riapertura definitiva, invece, bisognerà aspettare la primavera-estate del prossimo anno.

Al risultato positivo hanno collaborato vari soggetti, pubblici e privati, come la Soprintendenza, la Regione Marche, il Comune di Fermo, il Fai (che ha contribuito al restauro del portale esterno in pietra d’Istria), il Rotary (che ha finanziato il restauro della tempera grassa alla destra dell’altare, il “Battesimo di Cristo” di Cesare Biscia) e infine il Lions Club. Proprio grazie a quest'ultimo è stato possibile restaurare il portone in legno di noce della chiesa (realizzato dall’ebanista fermano Giovanni Mestichelli alla fine del ‘600), un restauro che in un mese è stato eseguito da Pierluigi Nardinocchi.

“E’ emozionante aver visto l’interno di San Filippo senza impalcature e oggi avere il portone, il portale e la tempera restaurati, segno che lentamente ricominciamo a riprendere questo spazio", ha detto il vice sindaco e assessore alla Cultura, Francesco Trasatti durante la cerimonia di inaugurazione di questa mattina, che poi ha annunciato: "La navata centrale del tempio verrà destinata a spazio espositivo, implementando quanto abbiamo a disposizione per le mostre”.

“Completeremo il tutto con arredi e bagni e poi questo sito sarà a disposizione”, ha aggiunto l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani, presente insieme al Presidente del Consiglio Comunale, Lorena Massucci..

“Servire è il nostro motto e per noi è stato un onore e un orgoglio aver potuto riportare all’antico splendore questo portone”, ha detto Abdulghani Makki, il Presidente del Lions Club International Distretto 108/A.

“Una bella collaborazione fra pubblico e privato è testimoniata da quanto sta avvenendo nella chiesa di San Filippo”, ha aggiunto la responsabile della delegazione del Fai di Fermo Patrizia Marini Cirilli.

“Un impegno per la cultura e il recupero dei beni culturali che avrebbe sicuramente maggiori effetti e benefici", è stato alla fine ricordato da tutti i presenti, "se i privati aderissero all’Art Bonus, una modalità introdotta dal Ministero che consente a chi contribuisce con interventi nel campo della cultura ad avere sgravi fiscali del 65% su quanto finanziato”.

Letture:3517
Data pubblicazione : 22/06/2016 18:11
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • leonardo

    24-03-2017 12:02 - #1
    vi farò pubblicità ottimo lavoro complimenti la prenderò in considerazione nelle mie conferenze corso sull'arte filippina nelle marche tra macerata recanati e fermo
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications