cultura
A Smerillo torna il Festival della montagna. E si fa più grande
A Smerillo torna il Festival della montagna. E si fa più grande

Presentato direttamente in Regione, il festival torna per la settima edizione nel paese fermano dal 16 al 24 luglio. Espressa grande soddisfazione da Fabrizio Cesetti, assessore agli Enti locali

Settima edizione per "Le Parole della Montagna", il festival al via il 16 luglio che fino al 24 proporrà un evento unico nel suo genere per tematiche e ambientazione.

Presentata ieri direttamente in Regione dall’assessore agli Enti Locali, Fabrizio Cesetti, la manifestazione ha ottenuto anche riconoscimenti nazionali per la capacità di offrire occasioni di riflessione su arte, scienza, filosofia, teologia, poesia, cinema, alpinismo e tradizioni popolari e per la capacità di valorizzare le aree interne.

In più, il festival gode della brillante organizzazione fornita dal direttore artistico Simonetta Paradisi e dell’impegno civile degli amministratori locali.

Alla presentazione ad Ancona erano presenti il sindaco e vicesindaco di Smerillo, Antonio Vallesi e Tonino Severini.

Come nelle precedenti edizioni, anche quest'anno il programma della settimana prevede una parola chiave attorno alla quale girano tutti gli incontri.

Per l'edizione 2016 è stata scelta la parola “vertigine”, che verrà declinata in modo differente da artisti, filosofi, funamboli, teologi, psichiatri, alpinisti e poeti.

La parte più propriamente culturale del Festival sarà dedicata ai temi della psiche, del sacro, della scienza e del post-umano.

La tensione mistica nelle religioni monoteistiche sarà tematizzata dai rappresentanti di ebraismo, islam e cristianesimo che cercheranno di mostrare come non possa esserci tensione al sacro senza alterità.

La filosofia accompagnerà nei remoti anfratti della "vertigine dell'amore inconfessabile", attraverso una lezione-spettacolo su Kierkegaard, curata da Cesare Catà e Pamela Olivieri e nella “voce del vuoto” con Lucrezia Ercoli.

L'esperienza funambolica, esperienza-limite per eccellenza collegata alla vertigine, sarà il punto di partenza del racconto di Andrea Loreni, filosofo-funambolo capace di "camminare nel cielo dentro la vertigine".

Al nodo del rapporto tra scienza ed etica risponderanno un filosofo della scienza (Giovanni Boniolo) e un teologo (Paolo Benanti), che si affacceranno "sull'orlo del futuro". "Abisso e passioni", invece, saranno scandagliate dallo psichiatra Paolo Crepet.

Non mancheranno l'arte e la poesia. Per la prima ci saranno a cura di Cecilia Casadei,  una mostra e una istallazione artistica di Fabio Giampietro e Manuel Felisi, artisti delle vertigini. Per la poesia soggiorneranno a Smerillo i migliori poeti contemporanei per condividere pensieri e versi in una agorà poetica.

Le serate sono allietate da momenti di convivialità e spettacoli come il concerto di Marco Poeta e Roberto Licci.

La sezione cinema, curata in partnership con il Trento Film Festival, permetterà di apprezzare film che hanno vinto premi prestigiosi, come il documentario K2 Touching The Sky, sulla tragedia del 1986, che verrà poi raccontata dal vivo, il 23 luglio,  dallo stesso Kurt Diemberger, alpinista austriaco ottantaquattrenne, protagonista della tragica avventura. 

Previsti anche laboratori di meditazione steineriana, yoga e funambolismo, che permetteranno di sperimentare in concreto la sensazione di vertigine

In esclusiva dalle Dolomiti, infine, arrivano i Barefoot Days, un’esperienza di cammino a piedi nudi nella natura, di e con Andrea Bianchi.

Workshop per bambini con clown e racconti completano il ricco programma.

Giusto in apertura, invece, si terrà una escursione sui Monti Sibillini, curata e narrata dall'antropologo Mario Polia.

Per maggiori informazioni: www.leparoledellamontagna.it e pagina facebook Le Parole della Montagna.

 

 

Letture:1972
Data pubblicazione : 13/07/2016 11:13
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications