cultura
Amandola: capolavori da valorizzare. Si procede con la messa in sicurezza e il restauro delle opere d'arte

Nella mattinata del 14 giugno, il Comune di Amandola, con l’ausilio dell’Ispettore della Soprintendenza per i Beni Culturali delle Regione Marche, dottoressa Nunzia Lanzetta ed il Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale dei Carabinieri, ha proceduto alla messa in sicurezza di diverse opere d’arte.

Amandola: capolavori da valorizzare. Si procede con la messa in sicurezza e il restauro delle opere d'arte

Con l’aiuto della ditta amandolese Co Work, le opere sono state spostate dalla Chiesa degli Artieri dedicata a San Tommaso, in Via Indipendenza e sistemate nel Laboratorio di restauro allestito presso l’edificio della Ex Collegiata.

La Chiesa era stata costruita nella prima metà del ‘400 circa, con la funzione di assistenza ai pellegrini malati e per la sepoltura dei poveri: a seguito del sisma del 2016 è stata gravemente danneggiata.

Le opere in questione, da una prima analisi, risalirebbero al '600 e al ‘700 circa e comprendono statue in carta pesta di pregevole fattura, candelabri e un crocifisso in legno. Pezzo particolarmente pregiato della collezione è un organo portato in legno, risalente, secondo gli esperti, ai primi del ‘600.

“Nei prossimi mesi si procederà con il restauro, per valorizzare a pieno questi interessanti capolavori dell'arte locale , così da renderli di nuovo fruibili a tutta la comunità amandolese ed i tanti turisti presenti in zona”, hanno dichiarato il Sindaco di Amandola Marinangeli e la dottoressa Lanzetta responsabile di zona della Sovrintendenza.

 

35493846_10217182846149322_2079405371226587136_n

Letture:610
Data pubblicazione : 17/06/2018 11:47
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications