cultura
Il Pozzo dei Desideri e la Rete Arancione dell’artista Mauro Postacchini in mostra giovedì 5 allo Chalet Girfalco di Fermo. FOTO

L’artista fermano Mauro Postacchini, giovedì 5 luglio esporrà  la sua opera allo Chalet Girfalco di Fermo, dalle 9:00 alle 23:00, con una presentazione  alle ore 19:00.

Il Pozzo dei Desideri e la Rete Arancione dell’artista Mauro Postacchini in mostra giovedì 5 allo Chalet Girfalco di Fermo. FOTO

Diplomato al Liceo Artistico, Mauro è un Fermano D.O.C. e per un periodo della sua vita, dopo il primo amore nei confronti dell’arte, si allontana da questo mondo, per riavvicinarcisi nel 2015 con un corso di disegno. “Ho iniziato a fare delle mostre e ho capito – ci spiega l’artista – quale era la mia vera espressione artistica e cioè l’assemblaggio di oggetti.”

“Ciò che vorrei fare è esporre in Piazza del Popolo, affinché la mia arte diventi uno stimolo non solo per me ma per tutta la Città – ci confessa Postacchini. Il Pozzo dei Desideri, l’opera che esporrà giovedì allo Chalet Girfalco, ha tutta una sua storia dietro: c’è una esposizione precedente che si lega a questa e soprattutto una collaborazione con l’artista Savini. La mia idea di arte è quella di interazione con le persone, perché loro stesse sono l’opera d’arte: un modo forse provocatorio ma sicuramente interattivo, di condivisione e di partecipazione.”

E da qui l’importanza della Rete Arancione, protagonista anche dell’esposizione che Postacchini mostrò in occasione della Mostra “Intanto” all’Ex Mercato Coperto di Fermo. “Espalibur – ci spiega Mauro – era la rappresentazione esatta del fatto che ognuno di noi è artefice del proprio destino. Una pala in una carriola piena di materiale che deve essere sfilata: siamo noi il capocantiere della nostra vita e solo noi, con la nostra intelligenza, possiamo sfilare la pala ed essere artefici del nostro destino. Questa è l’interattività tra pubblico e opera.”

“La rete arancione quindi – continua l’artista – che sarà sempre il filo conduttore anche per l’istallazione del Pozzo dei Desideri, rappresenta il collegamento, l’input verso l’esterno, la trasmissione di ciò che per me è arte. Saranno quindi gli spettatori poi, lanciando una monetina o scrivendo su un bigliettino il proprio desiderio, a diventare protagonisti dell’opera.”

L’opera inoltre è itinerante e, dopo la tappa di Fermo, sarà presentata il 15 luglio a Carassai, dove  nel 2016 l’artista ha vinto la Biennale con l’opera “Scudo”.

“Vedere in modo diverso un oggetto comune e soprattutto, come nel caso del pozzo dei desideri, rappresentare qualcosa in base alla nostra energia e al nostro pensiero: questo è arte. La rete chiude e protegge in un certo senso, ma d’altra parte può divenire anche simbolo di rottura e di apertura: siamo poi noi stessi a modellarla secondo la nostra idea, diventando quindi protagonisti” ha concluso Postacchini.

Letture:897
Data pubblicazione : 03/07/2018 11:35
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Paolo

    03-07-2018 19:11 - #1
    E brau Mauro lu' corona' de lu crocifissu...e me cojoni!!! Insieme a Mare' de jo' l ete... complimenti veramente...brai...
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications