Sport
La Fermo dei canestri per la prima volta divisa in due: scatta l'ora del derby tra Victoria e Basket Fermo

E' quasi tutto pronto a Fermo per l'attesissimo derby tra Victoria e Basket Fermo, la prima storica stracittadina cestistica tra formazioni fermane nei campionati senior.

La Fermo dei canestri per la prima volta divisa in due: scatta l'ora del derby tra Victoria e Basket Fermo

L'appuntamento è fissato per domani pomeriggio alle ore 18 alla palestra Coni, da questa stagione casa del Basket Fermo e “oggetto del contendere” all'interno di un'aspra polemica che in precampionato ha opposto le due società e coinvolto direttamente anche l'Amministrazione comunale
La storia è nota. All'inizio di questa stagione la Victoria si è lamentata pubblicamente per essere stata “sfrattata” dalla palestra Coni e destinata, con un monte orario ridotto, alla palestra di Via Leti, il tutto a vantaggio del Basket Fermo, non solo per l'attività giovanile ma anche per quella relativa alla Prima Squadra. A questa accusa il sindaco Calcinaro ha risposto facendo notare che nel 2014 la precedente Amministrazione comunale aveva concesso, tramite delibera, l'utilizzo della Palestra Coni al Basket Fermo in cambio della disponibilità da parte della neonata società ad accollarsi il debito di 18 mila euro (tramite un piano di rientro in 60 rate mensili da 300 euro) che la Victoria aveva maturato negli anni nei confronti del Comune. La conseguenza di questa situazione era che, in caso di sovrapposizioni di richieste (aumentate quest'anno visto la decisione del Basket Fermo di formare anche una squadra senior iscritta alla Serie D), la precedenza andasse proprio al Basket Fermo piuttosto che alla Victoria.
Ovviamente le polemiche si sono trascinate per diverso tempo, ma adesso che la stagione agonistica ufficiale è in pieno svolgimento e che il nostro territorio è fortemente segnato dalle conseguenze dello sciame sismico in corso, da entrambe le società arriva un messaggio molto distensivo: l'augurio è che quella di domani possa essere una festa dello sport. Sulla questione, dunque, sia il Basket Fermo che la Victoria hanno voluto concederci solo un ulteriore breve commento. “Nel 2014 la Victoria aveva una situazione delicata nei confronti del Comune – racconta Marco Marilungo, coach e dirigente principale del Basket Fermo – noi fino a quel momento non ne eravamo nemmeno al corrente. Abbiamo valutato le possibili strade alternative e alla fine la creazione di questa nuova società ci è sembrata l'unica soluzione. Il Basket Fermo è nato solo per questa tipologia di problema e senza alcuna polemica”.
“Questa è una polemica che non serve più – ci dice invece Amedeo Paniconi, direttore sportivo della Victoria – ci sono state delle frizioni, noi abbiamo una nostra versione dei fatti e loro ne hanno una propria, però è il momento di lasciar perdere questa questione. Adesso esistono due società, loro tra l'altro svolgono benissimo la fondamentale attività del settore giovanile. Da consigliere regionale della FIP (carica che Paniconi ricopre da ottobre, ndr) posso dire che la linea che stiamo seguendo in federazione è quella di rinviare meno partite possibili, e solo in casi estremi, per concedere a tutti qualche ore di serenità in un momento difficile come questo. Ecco, vorrei che domani a Fermo si centrasse proprio questo obiettivo”.
Spazio alla pallacanestro giocata, dunque, e ad un confronto che metterà di fronte due realtà molto diverse: da una parte la tradizione ultracinquantennale e il blasone della Victoria, fondata nel 1963, dall'altra la gioventù e la freschezza del Basket Fermo, nato nel 2014 e alla prima stagione in un campionato senior. “Siamo partiti dalla Serie D, e non dalla Promozione (l'ultimo campionato  federale nella nostra provincia, ndr), perché nel mese di giugno siamo stati contattati dal Presidente della Fip Marche Davide Paolini che ci ha chiesto la disponibilità a partecipare a questo campionato date le diverse defezioni che si erano verificate. Abbiamo valutato il da farsi in società e abbiamo poi deciso di procedere con la domanda di ammissione”, racconta Marilungo.
Il derby giunge alla quinta giornata di campionato e dopo un inizio decisamente diverso sulle due sponde. In casa Basket Fermo c'è euforia per le tre vittorie conquistate in quattro partite, mentre la Victoria arriva a questa sfida con soli due punti in classifica e una striscia aperta di tre sconfitte in fila dopo l'esordio vincente a Porto Potenza Picena.
“Non ci aspettavamo di partire così bene – confessa Marilungo – ma alla fine credo che il lavoro paghi sempre. E lavorare seriamente in palestra, cercando di costruire qualcosa che duri nel tempo, è l'obiettivo primario della nostra stagione. Abbiamo anche una compagine dirigenziale molto giovane, composta da tanti neofiti della pallacanestro, in molti casi genitori di ragazzi del settore giovanile che seguendo i loro figli si sono avvicinati a questo fantastico sport. Proprio questa gioventù e questa inesperienza ci faranno senz'altro commettere degli errori, ma abbiamo grande entusiasmo e la cosa che ci fa più piacere è vedere che nelle nostre prime due partite casalinghe la Palestra Coni è tornata ad essere piena di famiglie e di bambini che hanno potuto vivere delle giornate di festa”.
“Sicuramente ci aspettavamo qualcosa di meglio dopo il buon esordio a Porto Potenza Picena – ammette dall'altra parte Paniconi- E' pur vero, però, che abbiamo una squadra rinnovata per 8/13 e molto giovane, con un'età media di 23 anni. Evidentemente dobbiamo lavorare ancora di più e migliorare soprattutto nella fase difensiva, che fino a qui è stata quella più carente. In questo momento i nostri ragazzi devono essere ancora più maturi della loro età e tirare fuori gli attributi. Lo zoccolo duro della nostra squadra è nato e cresciuto cestisticamente alla Palestra Coni, la considerano casa loro, e quindi domani ci aspettiamo una risposta. Credo comunque che la vera Victoria si vedrà da gennaio in avanti, tenendo conto che molti ragazzi sono alla loro prima esperienza in campionati senior”.
Spazio infine a qualche valutazione sull'avversario: “La Victoria è una buona squadra – commenta Marilungo - con dei giocatori che hanno una certa esperienza in questo campionato. Non so quali possono essere state le loro difficoltà fino a qui ma credo che abbiano tutto ciò che serve per disputare un buon campionato”.
“Hanno vinto tre partite su quattro finora – afferma Paniconi – perdendo solo contro la Sutor che, insieme a Castelfidardo, ritengo essere la squadra più forte del girone. Conosco Marilungo e la pallacanestro che predilige, quindi so che ci presserà a tutto campo per cercare di mettere in difficoltà i nostri play. In ogni caso penso che non sarà una passeggiata né per noi né per loro”.
La parola ora passa al campo, il giudice che, come sempre, emetterà l'unico verdetto che conta.

Letture:2405
Data pubblicazione : 04/11/2016 15:35
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications