Sport
Bruciante sconfitta a fil di sirena per la Marcozzi Fermo contro gli 88ers di Civitanova Marche per 70 a 68

Il finale al cardiopalma, premia la squadra di Palmieri, che già dopo 4’ è avanti 17 a 2 . L’impatto sulla gara di Mancini e compagni è troppo molle; per l’occasione in maglia fermana c’è l’esordio del nuovo acquisto del mercato autunnale, proveniente da Pedaso, Stefano Meconi, che alla fine risulterà il migliore in campo con 21 punti. 

Bruciante sconfitta a fil di sirena per la Marcozzi Fermo contro gli 88ers di Civitanova Marche per 70 a 68

Da metà quarto però cambia la musica in campo, il 9 a 0 di parziale fermano, rimette la partita in carreggiata sul 19 a 11. La difesa funziona meglio e gli attacchi avvengono con buona circolazione di palla, lo scarto del primo mini intervallo viene ridotto a tre lunghezze all’intervallo lungo 32-29.

Il match alla ripresa delle ostilità è in chiaro equilibrio; con sorpassi e controsorpassi si arriva al 30’ sul 47 a 46. Si prospettano gli ultimi dieci minuti di fuoco ed invece i locali danno uno scossone alla gara, con Polidori sugli scudi, che da un vantaggio di 11 lunghezze a 4’ dal termine. Quando sembra che la gara sia in ghiaccio, ecco la veemente reazione dei ragazzi di Marcaccio che grazie alla ritrovata verve di Meconi alle palle rubate in difesa da Bernard ed alla tripla di Del Buono, impattano sul 65 pari a poco piu’ di 30’’ dal termine. L’attacco locale produce due liberi di Napoli a 16 ‘’ dalla sirena. Il time out di Marcaccio è per liberare uno dei tiratori e vincere la gara senza over time, ma ecco che l’imponderabile accade. Meconi alla rimessa, perde la presa della palla che finisce nella mani di Napoli il quale subisce fallo e trasforma ancora glacialmente i due liberi. Mancini con un’altra tripla riporta a meno uno lo svantaggio, ma mancano solo 3 secondi e Polidori in lunetta sbaglia il primo e realizza il secondo. Non ci sono più time out a disposizione e pertanto la rimessa da fondo campo con soli tre secondi non da modo a Meconi da centrocampo di segnare il tiro della disperazione. Peccato per aver sciupato un bella occasione nel finale.

Resta il solo rammarico invece di aver approcciato la gara all’inizio senza la giusta concentrazione ed essere stati costretti a rincorrere gli avversari scappati sul più 15 dopo pochissimi minuti.

Si volta pagina però, ora la Marcozzi è attesa sabato prossimo nel derby stracittadino alla palestra Leti ore 18,30 per tornare alla vittoria e cercare di vendicare la cocente sconfitta nella partita di andata.

VICTORIA FERMO. Mancini 7 Meconi 21 Del Buono 11 Bernard 4 Belleggia 8 Scocco 4 Ricci 6 Marota 7 D’Onofrio, Raccichini ne Menghini ne

All. Marcaccio.

 

Letture:413
Data pubblicazione : 13/01/2018 10:54
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications