Sport
19 anni fa esatti, tripudio a Battipaglia e Fermana Calcio 1920 in serie B con il giallo. Giocatori debilitati, locali in vantaggio, ma alla fine fu gioia pura. Cronaca di una festa…non annunciata

Rimonta firmata Marino e Mastrolilli: reti forse rocambolesche, ma che ci regalarono la Serie B. Emblematico fu il contenuto di uno dei tantissimi striscioni esposti quel giorno dalla tifoseria canarina sulle tribune del “Pastena” (esodo fermano di 4000 persone: dalle scalee del catino salernitano sventolavano i vessilli di tutti i 21 Clubs canarini). Su sfondo bianco, in nero era impresso (vedi foto): “Cristo si è fermato ad Eboli…la Fermana nemmeno a Battipaglia”, parafrasando il titolo del libro scritto da Carlo Levi e del film che ne derivò e che ebbe per regista Ruggero Mastroianni.

19 anni fa esatti, tripudio a Battipaglia e Fermana Calcio 1920 in serie B con il giallo. Giocatori debilitati, locali in vantaggio, ma alla fine fu gioia pura. Cronaca di una festa…non annunciata

Battipagliese 1 Fermana 2

BATTIPAGLIESE: Schettino; Borsa, Caponi, Olivari, Langella, Loria; Morello, Colasante, Cosa (Mascara dal 29' s.t.), Fonte, Deflorio. In panchina: Mattia, Polvani, Gori, Madonna, Imparato, Saccher. All. Merolla.

FERMANA CALCIO 192(3/4/3): Cecere; Maiuri, D' Angelo, Prete; Di Salvatore, Scoponi, Di Fabio (Perra dal 1' s.t.), Di Venanzio (Benfari dal 21' s.t.); Marino, Mastrolilli, Pandolfi (Bonfanti dal 34' s.t.). In panchina: Ardigò, Bruno, Direnzo, Morelli. All. Ivo Iaconi.

ARBITRO: Dondarini di Finale Emilia.

Marcatori: Fonte (B) al 16' p.t., Marino (F) al 22' s.t., Mastrolilli (F) al 38' s.t.

NOTE: spettatori 4401. Espulso Iaconi al 45' s.t.; ammoniti Maiuri, Deflorio, Scoponi, Olivari. Angoli 5-4 per la Battipagliese.

 

bg047

...mai striscione fu più profetico...

 

Cronaca di un giorno di ordinaria follia. Con partenza di due treni speciali e 40 pullman: per meta, l’amena località salernitana di Battipaglia. Crocevia verso la storia, culmine di una stagione indimenticabile. Dai che possiamo farcela…dobbiamo farcela! Che campionato, ragazzi!!! In zona playout alla fine del girone di andata, Di Fabio & c. totalizzarono 40 punti nel girone di ritorno (una sola sconfitta, in casa con il Palermo: la Fermana centrò tre legni), tagliando per prima il traguardo della B. Beffate Palermo e Juve Stabia, sorpassate alla penultima curva (canarini capoclassifica solo una settimana prima, al termine di Fermana – Lodigiani 2 a 0 per effetto delle reti di Mastrolilli e Bruno). Ma procediamo con ordine. Perché “Quel giorno a Battipaglia”, iniziò proprio così.

 

238a4a05acd7cf719f712ca6f913cea1-27214-d41d8cd98f00b204e9800998ecf8427e

Il giallo comincia alle 3.40 nella notte fra Sabato e Domenica. Quasi tutti i giocatori si svegliano accusando dolori. Scatta l' allarme. I dirigenti sono preoccupati, mentre Ardigo' e Pagani collassano. Dissenteria. Ricordo il prodigarsi del Dr Mandozzi, dei Fisioterapisti Bruni e Farina, il pallore del Presidente Giacomo Battaglioni che sembrava Rockerduck quando si disperava vedendo Zio Paperone guadagnare un Cent in più. La gara, la “madre di tutte le partite”, si avvicina: Pagani non ce la fa, Di Fabio stringe i denti (uscirà, stremato, al termine del primo tempo). Il via alle 16.36: primo tempo da dimenticare. E, soprattutto, Battipagliese in vantaggio grazie ad una semirovesciata di Fonte poco dopo il quarto d’ora di gioco e vicinissima al 2 a 0 (che forse avrebbe chiuso anzitempo la contesa) con Morello, Deflorio e Cosa. Il Capitano di mille battaglie non ce la fa più e lascia il posto a Perra.

 

battipaglia98992

Sembra l’inizio della fine: non sarà così. E con un pizzico di meritatissima fortuna, avviene il miracolo. Al 23' “Re Umberto” Marino (magnifico interprete principale dello spettacolare 3/4/3 impostato da Iaconi sin dal ritiro di Camerino, marchio di fabbrica di una squadra sempre bella a vedersi) calcia una punizione da distanza siderale. Una sorta di lungo traversone, sul quale nessuno riesce ad intervenire…un rimbalzo, due…palla nel sacco campano. GOL: 1 a 1. Il tema tattico del match cambia nettamente: adesso sono i canarini che moltiplicano le forze e si buttano in avanti. Ed al 38', l’apoteosi…Mattia Mastrolilli (da allora…il nostro The History Man) gira al volo di sinistro sfruttando un “velo” di Benfari: palla all' incrocio dei pali. E’ il 2 a 1 e la Fermana Calcio 1920, per la prima volta nella sua storia, è in Serie B. La traversa finale di Morello, il rigore reclamato da Colasante proprio nell’imminenza del triplice fischio aggiungono solo pathos. Dondarini di Finale Emilia dice che può bastare così: una provincia intera può urlare la sua gioia.

 

battipaglia98994

La partita è appena terminata: sugli spalti del "Pastena" scoppia la festa gialloblù

 

E dopo 19 anni…oggi come allora, vogliamo gridarlo forte ancora una volta: “GRAZIE RAGAZZI”.

 

E' il 5 Giugno 1999: in Piazza del Popolo c'è la "Festa per la B". Circa 15.000 le persone presenti.

PIAZZA_in_FESTA_X_la_B

Letture:3498
Data pubblicazione : 16/05/2018 00:30
Scritto da : Redazione Sport
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications