Sport
Fermana F.C.. Alla ripresa degli allenamenti, Mister Destro mette tutti sul chi va là: “Col Teramo è la partita più difficile nel momento più difficile. La peggiore che potesse capitarci”

Il tecnico gialloblù, che il prossimo 23 Dicembre in occasione della gara interna con il Monza raggiungerà le 100 presenze sulla panchina gialloblù (al momento ne ha collezionate 91), spegne i facili fuochi dell’entusiasmo (“Non cambia assolutamente nulla”) e consapevole di quali deleteri effetti possa procurare uno stato di euforia in seno alla squadra (e, soprattutto, nei suoi tanti giovani giocatori), invita tutti a guardare avanti senza soffermarsi troppo su quanto di buono già costruito. Ma la Fermana ammirata nelle prime 9 gare di torneo non è più catalogabile come sorpresa di inizio stagione: è una realtà consolidata, che può e deve tentare sempre l’impronosticabile. Ne ha facoltà, perché ha i mezzi per farlo. Sempre e su ogni campo. Poi, guardando in direzione Teramo, avvisa: “La partita peggiore che poteva capitarci”.  

Fermana F.C.. Alla ripresa degli allenamenti, Mister Destro mette tutti sul chi va là: “Col Teramo è la partita più difficile nel momento più difficile. La peggiore che potesse capitarci”

MISTER DESTRO: “LA PRESTAZIONE E’ FIGLIA DI LAVORO E CRESCITA”.

“Che ci sia la crescita della squadra è auspicabile, perché più passa il tempo E più deve esserci una maggiore organizzazione. La prestazione è figlia di lavoro e crescita. Questo, però, non deve farci distrarre da altro perché, come ripeto, non cambia assolutamente nulla. Le partite sono risultato di tante cose: anche la squadra più forte del campionato per vincere deve avere un insieme di fattori a suo favore. Sicuramente loro avevano più da perdere di noi. Se andiamo a vedere i giocatori del Pordenone, ne hanno come un'ottima squadra di Serie B, non di serie C”.

Quanto al fatto che il tecnico del Pordenone abbia definito gioco della Fermana di altri tempi, ha risposto così: “Io ho tanti di quei pensieri che non posso pensare a come ci definiscono gli avversari o il Pordenone. Il pensiero è rivolto a loro, ma prima della gara. Quello ormai per me appartiene al passato. Devo pensare a fare punti e crescere questi ragazzi perchè ora siamo rivolti al Teramo”.

A proposito del Teramo, prossimo avversario dei canarini. Mister Destro non nasconde il timore che possa esserci un atteggiamento diverso da parte della squadra: “Il rischio c'è. Quando le cose vanno bene, ci può stare che dall'ambiente ci sia la voglia di fare voli pindarici, ma non deve succedere ai giocatori. Anzi: quella col Teramo è la partita più difficile nel momento più difficile: vengono da tre vittorie consecutive. La peggiore che poteva capitarci, con un avversario in grandissima forma. Tutti brevilinei, gente che in campo è veloce e pericolosa. Dietro hanno ritrovato compattezza: sono in salute. Una squadra che vince tre partite di seguito con la trasferta di Monza di mezzo, dimostra un grande stato di forma”.

Allo stesso tempo però, il tecnico canarino non nutre dubbio alcuno in relazione alle qualità dei suoi gladiatori: “E’ un gruppo che ha cuore e combatte. Il fatto accaduto a Comotto è simbolico: si è buttato su una palla che l'avversario stava per calciare. La dice lunga sul tipo di atteggiamento e di sacrificio che i ragazzi mettono in campo. Comotto ha dimostrato di non aver paura di niente. Ha una soglia del dolore incredibile. Comunque nel post gara è stato subito chiamato ed ha ricevuto le scuse”.

Dopo aver affrontato Feralpisalò, Sudtirol, Vicenza Virtus e Pordenone, tutte squadre accreditate per la vittoria finale, è quasi scontata la domanda su chi vincerà il campionato: “Chi vince il campionato non mi riguarda perché a noi interessano altre cose. Chi mi ha fatto un'impressione migliore in questo momento è il Pordenone: hanno qualità di altissimo livello in ogni parte del campo. Poi la Ternana: se resta in questo campionato lotterà fino alla fine”.

 

E la Fermana? Ai posteri l’ardua sentenza…

Letture:768
Data pubblicazione : 30/10/2018 20:42
Scritto da : Redazione Sport
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications